Martedì, 28 Settembre 2021
Lavoro

"Chi ha perso il lavoro con il coronavirus diventi infermiere", la proposta della ministra belga

Negli ospedali del Paese ne mancano all'appello circa 5mila. Il governo vorrebbe far fronte alla carenza con corsi di riqualificazione professionale. Chi vi partecipa riceverà un compenso

Il Belgio fatica a trovare nuovi infermieri, un problema che è diventato ben più grave con la pandemia. D'altro canto, proprio la crisi economica causata dal coronavirus potrebbe portare alla perdita di 180mila posti di lavoro. Da qui la proposta del governo: finanziare dei corsi di ri-qualificazione professionale per trasformare chi ha perso il lavoro in operatore sanitario. 

L'idea, secondo quanto scrive l'agenzia Belga, è di far fronte a una carenza di 5mila infermieri negli ospedali del Paese. I corsi di formazione non solo sarebbero gratuiti, ma verrebbero affiancati da una sorta di reddito di cittadinanza: "Offriamo la possibilità alle persone che hanno perso il lavoro durante la crisi di riqualificarsi gratuitamente come infermieri. Durante la formazione, riceveranno un compenso", spiega Maggie De Block, ministra degli Affari sociali. Che aggiunge: "Non vogliamo solo applaudire il personale infermieristico ogni sera (il riferimento è agli applausi tributati al personale ospedialiero dai belgi ogni giorno alle 20 da quando è scoppiata la pandemia, ndr). Vogliamo anche spianare la strada al ritorno al lavoro di più persone possibile", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chi ha perso il lavoro con il coronavirus diventi infermiere", la proposta della ministra belga

Today è in caricamento