menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
EPA/JOSE SENA GOULAO

EPA/JOSE SENA GOULAO

Dalle Mercedes al bourbon, passando per i jeans Levi's: ecco le possibili vittime della guerra commerciale Usa-Ue

Trump vuole innalzare i dazi per le auto, l'Europa quelli per il bourbon e i jeans, ma anche per Harley-Davidson. Da una sponda all'altra dell'Atlantico, i rischi per i consumatori nel braccio di ferro tra Washington e Bruxelles

Dopo l'acciaio e l'alluminio, il presidente Usa Donald Trump minaccia di innalzare dazi a protezione dell'industria automobilistica americana. E contro, ça va sans dire, le case automobilistiche europee, giapponesi e coreane. L'Ue, dal canto suo, sarebbe pronta a rispondere alle tariffe degli Stati Uniti con l'introduzione di contromisure contro le esportazioni statunitensi, in particolare i jeans Levi's, le motociclette Harley-Davidson e i whisky bourbon. Un giro d'affari, secondo Politico, da  2,8 miliardi di dollari.

E' questo lo scenario che si profila se dalle due sponde dell'Atlantico i due fronti, quello di Trump e quello della Commissione Ue, dovessero mantenere minacce e controminacce. Dopo aver ribadito che le nuove misure sulle importazioni di acciaio e alluminio riguarderanno anche Ue e Canada, il presidente americano ha minacciato di colpire le auto europee vendute in America se da Bruxelles arriveranno ritorsioni: “Se la Ue vuole aumentare ulteriormente i già massicci dazi e barriere imposti alle società Usa che fanno affari lì, noi semplicemente applicheremo una tassa sulle loro auto che liberamente entrano negli Stati Uniti". 

La Commissione europea, come prevedibile, sta valutando le contromisure. Secondo Politico, Bruxelles valuta un “ulteriore 25% di tariffe sui prodotti statunitensi in tre settori: agricoltura, acciaio e altre industrie”. In particolare, tra i beni colpiti, ci potrebbero essere le motociclette Harley-Davidson, il bourbon e i jeans Levi's. Scorrendo questa lista, è chiaro come l'Ue stia cercando di colpire gli Stati Usa più “cari” ai repubblicani. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento