Autostrade: da Bruxelles semaforo verde alla proroga delle concessioni. Commissione: "Evitati eccessivi aumenti dei pedaggi"

L'accordo tra l'antitrust Ue e il governo permette di sbloccare 8,5 miliardi di investimenti ed assicura che non ci saranno brutte sorprese al casello

ANSA/LUCA ZENNARO

Via libera della Commissione europea all'Italia per la proroga di due concessioni autostradali e la possibilità di imporre un massimale ai pedaggi. Secondo Bruxelles, che ha approvato il piano italiano in base alle norme sugli aiuti di Stato, "ciò consentirà di sbloccare 8,5 miliardi di euro di investimenti, riducendo nel contempo l'impatto sugli utilizzatori e limitando le distorsioni della concorrenza".

La decisione della Commissione fa seguito all'accordo di principio raggiunto il 5 luglio 2017 fra la commissaria alla Concorrenza Marghrete Vestager e il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Delrio. Il piano prevede in particolare la proroga di due importanti concessioni autostradali detenute da Autostrade per l'Italia (ASPI) e da Società Iniziative Autostradali e Servizi (SIAS).

I termini dell'accordo

La concessione ASPI copre la sua rete autostradale in Italia mentre la concessione SIAS riguarda l'autostrada SATAP A4 Torino-Milano. "SIAS impiegherà inoltre le entrate generate dalla proroga della concessione per portare a termine l'autostrada Asti-Cuneo A33, anch'essa gestita da SIAS". La Commissione e le autorità italiane "hanno collaborato strettamente per raggiungere questa soluzione che stimola gli investimenti nel settore delle autostrade italiane coerentemente con le norme dell'Unione in materia di aiuti e di appalti pubblici", ha affermato Vestager. 

Commissione Ue: "Evitati aumenti dei pedaggi"

"Le norme dell'UE in quest'ambito - continua la commissaria - hanno garantito che il sostegno dello Stato eviti eccessivi aumenti dei pedaggi per gli utilizzatori delle autostrade e una sovracompensazione dei concessionari, mantenendo nel contempo una concorrenza effettiva sul mercato". "Sono lieta che, in stretta collaborazione con l'Italia, abbiamo trovato una soluzione che permetterà di effettuare investimenti essenziali nelle autostrade italiane, limitando nel contempo l'impatto sugli utilizzatori ed evitando una sovracompensazione delle imprese che gestiscono le autostrade". "L'Italia - concluso Vestager - ha inoltre convenuto di indire a breve nuovi bandi di gara per diverse importanti concessioni autostradali al fine di garantire una vera concorrenza nel mercato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Svizzera nuova Svezia? Senza lockdown ha dimezzato i contagi, ma è stato boom di morti

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

  • "Tornerò in Russia per portarla verso l’Ue". Navalny lancia la sfida a Putin

Torna su
EuropaToday è in caricamento