Lunedì, 20 Settembre 2021
Lavoro

Bitcoin, l'allarme delle autority Ue: “Consumatori non conoscono i rischi”

Secondo i tre enti di vigilanza europei il mercato delle criptovalute mostra “chiari segnali di una bolla”. Chi ha puntato sulle monete digitali potrebbe “perdere una grande quantità del denaro investito, se non tutto”

Le autorità di vigilanza europee sono preoccupate dal numero crescente di consumatori che stanno acquistando criptovalute senza consapevolezza dei rischi connessi. E' quanto si legge in un warning diffuso dal Comitato congiunto delle tre autorità europee di vigilanza (Esas) e diramato in Italia da Consob. 

Mancano le protezioni

"Le criptovalute come i bitcoin - si legge nel documento di Esma, Eba e Eiopa - sono soggette a un'estrema volatilità dei prezzi e hanno mostrato chiari segnali di una bolla. I consumatori che acquistano criptovalute devono essere consapevoli che esiste un alto rischio di perdere una grande quantità del denaro investito, se non tutto". Inoltre, proseguono le autorità europee, "gli scambi effettuati dai consumatori tramite criptovalute non sono regolamentati dal diritto comunitario. Ciò significa che non c'è alcuna protezione associata ai servizi finanziari: se uno scambio in criptovalute fallisce o c'è un furto di questa valuta tramite attacco informatico, non c'è legge della Ue che copra le perdite". 

I rischi legati alle interruzioni

Infine, ricorda la nota, "alcuni scambi in criptovalute sono stati soggetti in passato a gravi problemi operativi. Durante le interruzioni, i consumatori non sono stati in grado di acquistare e vendere criptovaluta quando volevano e hanno subito perdite a causa delle fluttuazioni dei prezzi durante il periodo di interruzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bitcoin, l'allarme delle autority Ue: “Consumatori non conoscono i rischi”

Today è in caricamento