menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Autostrade, arriva il telepedaggio unico europeo

La proposta al Parlamento Ue porta la firma, tra le altre, di un eurodeputato italiano, Massimiliano Salini, che spiega: “Con servizio si risparmierebbero 370 milioni all'anno a carico degli automobilisti”

Gli automobilisti europei risparmierebbero, nel complesso, 370 milioni all'anno. E anche i gestori ne avrebbero benefici, recuperando 150 milioni di euro annui di pedaggi non pagati da utenti di altri paesi Ue. Sono i vantaggi che, secondo i calcoli dei suoi promotori, porterebbe il servizio unico di telepedaggio europeo. La proposta è arrivata al Parlamento Ue e porta la firma, tra gli altri, dell'eurodeputato di Forza Italia Massimiliano Salini. 

Salini: armonizzare sistemi Ue

“E' assurdo – dice Salini, che ha presentato la proposta in commissione Trasporti - che oggi, nel mercato unico più grande e avanzato del mondo, le imprese debbano dotarsi di sei o sette diversi apparecchi di bordo per effettuare i pagamenti e circolare sulle autostrade dell'Unione, o che ad un paese sia praticamente impossibile, a causa della mancata armonizzazione normativa, garantire la riscossione dei mancati pagamenti del pedaggio da parte di utenti di un altro paese membro”. 

Per l'eurodeputato italiano, "serve un'unica base giuridica europea che superi la logica degli accordi bilaterali tra Stati, riduca costi e burocrazia, creando le condizioni affinché il servizio di bordo dei veicoli dialoghi con le infrastrutture di tutti i paesi Ue, semplificando così la vita di cittadini e imprese. Nella revisione della direttiva - conclude Salini - la priorità dell'Eurocamera deve essere quella di garantire l'interoperabilità dei pedaggi tra i paesi membri”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento