rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Energia verde / Danimarca

Cosi una mega turbina eolica potrebbe rivoluzionare il mercato energetico

In Danimarca è stato messo a punto e installato un impianto che ha un diametro totale di 236 metri e che produrrà una quantità di energia molto superiore ai suoi predecessori

L'energia eolica è ancora un settore in via di sviluppo in Europa, ma è uno di quelli su cui Bruxelles intende puntare nello sforzo per rendere il blocco neutrale dal punto di vista delle emissioni entro il 2050. Secondo i dati Eurostat, nel 2020 questa fonte pulita ha rappresentato oltre un terzo (36%) dell'elettricità totale generata da rinnovabili nell'Ue. L'81% delle nuove installazioni eoliche in Europa lo scorso anno sono state di tipo onshore, cioè su terra. Svezia, Germania e Turchia hanno costruito il maggior numero di impianti di questo tipo mentre il Regno Unito ha avuto il più alto numero di nuove installazioni eoliche totali, perché ha costruito la maggior parte delle nuove installazioni eoliche offshore.

E il leader di questi impianti in mare potrebbe presto diventare la Danimarca, dove è stata messa a punto quella che potrebbe essere la tecnologia in grado di rivoluzionare l'intero settore. Nel Paese scandinavo Vestas ha completato l'installazione del suo prototipo V236-15.0, una turbina gigante di dimensioni mai viste prima, che si trova ora nel il centro nazionale di Osterild nello Jutland occidentale, uno degli impianti onshore della nazione, dove verrà testata. Le tre pale della macchina sono lunghe lunghe ciascuna 115,5 metri e non solo per essere costruite, ma anche per essere trasportate hanno richiesto uno sforzo non da poco. In tutto le turbine una un diametro totale di 236 meri e copriranno con il loro movimento un'area di 43mila metri quadrati e secondo le stime produrranno circa ottanta gigawattora di elettricità all'anno, sufficienti a soddisfare la domanda di circa 20mila famiglie europee e a evitare l'emissione di oltre 38mila tonnellate di anidride carbonica all'anno.

"Con questa turbina eolica stabiliamo nuovi standard per l'innovazione tecnologica, l'industrializzazione e la scala delle energie rinnovabili per creare un'industria eolica offshore sostenibile", ha rivendicato Anders Nielsen, Chief Technology Officer di Vestas. Il nuovo gigante è in grado di generare fino al 65% in più rispetto alla sua "sorella minore", la V174 da 9,5 MW. Il produttore danese, che ha annunciato che il prototipo ha già generato con successo i suoi primi kilowattora di elettricità, sottoporrà la macchina a un ampio programma di verifica "per garantirne l'affidabilità prima di affrontare la certificazione della turbina e l'avvio della produzione in serie". Il lancio ufficiale dovrebbe avvenire nel 2024.

Il macchinario è stato selezionato anche per il parco eolico offshore Atlantic Shores del New Jersey e per i progetti Empire Wind 1 e Empire Wind 2 di New York. Al momento a livello mondiale la pala eolica in funzione più potente è quella di Siemens Gamesa Renewable Energy SA, ed è una macchina da 14 MW che può essere potenziata fino a 15 MW. Anche General Electric Co. è vicina, con un prototipo del suo modello Haliade-X da 14 MW in funzione dall'ottobre 2021. I produttori cinesi di turbine sono pronto a fare un ulteriore passo avanti. China Three Gorges Corp. e Xinjiang Goldwind Science & Technology Co. Ltd. hanno dichiarato a novembre che la loro turbina da 16 MW sviluppata congiuntamente era uscita dalla catena di montaggio, mentre il Ming Yang Smart Energy Group Ltd. sta sviluppando anch'esso una macchina da 16 MW. Entrambi i prodotti saranno però probabilmente venduti principalmente sul mercato cinese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosi una mega turbina eolica potrebbe rivoluzionare il mercato energetico

Today è in caricamento