menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corpo di solidarietà europeo: stanziati 44 milioni. Obiettivo: 100mila giovani

Aperto il bando per l’organizzazione di attività solidali. Ecco come presentare i progetti

La Commissione europea intende coinvolgere almeno 100mila giovani entro il 2020 nei nuovi progetti di inclusione sociale e aiuto alle categorie più deboli. Con un bilancio di 44 milioni di euro, il Corpo europeo di solidarietà mira a creare opportunità di formazione e lavoro per i cittadini europei. 

I volontari

I progetti, che vanno dal sostegno alle popolazioni colpite da catastrofi naturali all’assistenza delle persone disabili, coinvolgono i giovani dai 18 ai 30 anni che possono ora iscriversi sul sito ufficiale. Le organizzazioni autorizzate alla realizzazione di attività solidali potranno dunque selezionare i volontari sulla base delle competenze richieste. I giovani partecipanti riceveranno un’indennità giornaliera, oltre che al rimborso per le spese di viaggio, vitto, alloggio e assicurazione medica. I periodi di lavoro possono durare fino a un anno.

Le organizzazioni

Un invito a presentare progetti di breve termine, da due settimane a due mesi, è rivolto alle associazioni di volontariato o organizzazioni di altro tipo. Oltre agli enti pubblici e privati con sede nell’Unione Europea, possono partecipare anche gruppi di almeno cinque giovani per creare e gestire la propria attività di solidarietà. Le organizzazioni selezionate potranno accedere ai finanziamenti.

“Con la sua forte dimensione europea di solidarietà, il corpo offre ai giovani un'opportunità eccezionale di sviluppare competenze interpersonali e di acquisire nuove conoscenze, creando valore aggiunto per loro e per la società in generale," ha commentato l’apertura del nuovo bando la Commissaria europea per l'Occupazione, Marianne Thyssen.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento