Stop alle sottrazioni internazionali di minori: Strasburgo chiede nuove norme per i divorzi trans-nazionali

140 mila divorzi intra-Ue e 1.800 casi di rapimenti dei figli, forte di queste cifre il Parlamento Ue chiede più protezione dei minori nelle procedure di divorzio internazionali

© European Union , 2017 / Source: EC - Audiovisual Service

16 milioni di famiglie internazionali, 140 mila divorzi transnazionali e circa 1.800 rapimenti dei figli all’anno. Sono queste le cifre che stanno dietro alla richiesta avanzata oggi dal Parlamento Ue di nuove regole per affrontare l'aumento dei divorzi internazionali e limitare i casi di sottrazione transfrontaliera di minore all'interno dell'Ue. 

Proteggere i diritti del minore

La legge che Strasburgo chiede si pone due obiettivi prioritari: proteggere meglio i diritti del minore e far sì che le decisioni sui casi di sottrazione di minori da parte dei genitori debbano essere prese da giudici esperti in materia di famiglia. 

In questo quadro gli eurodeputati chiedono una maggior tutela dei diritti dei minori durante l'intera procedura di risoluzione delle controversie tra le coppie divorziate, per esempio, assicurando che il bambino abbia il diritto di esprimere la propria opinione, attraverso una procedura chiara, in cui non vengano esercitate pressioni e l’intervistatore sia un esperto appositamente formato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Dal punto di vista economico la strategia dell'immunità di gregge in Svezia ha pagato

  • In Francia mascherine anche all'aperto, i medici: "Assurdo per chi fa jogging"

  • L'Olanda gli nega l'asilo, siriano 14enne si suicida

  • Oltre mille nuovi casi al giorno in Germania, mai così tanti da maggio

  • I medici tedeschi: "In Germania siamo già in una seconda ondata di coronavirus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento