Odio sui social? Fb, Twitter, youtube e Microsoft fanno passi in avanti: rimosso il 70% dei messaggi incriminati

Lo assicura la Commissione Ue presentando la terza valutazione del codice di condotta che i colossi dei social hanno firmato nel maggio 2016. Alla battaglia contro l'odio on line si somma da oggi anche Instagram

La Commissaria Ue Vera Jurova © European Union , 2018 / Source: EC - Audiovisual Service

La rimozione va avanti più veloce e più efficace sui social. Lo dice la Commissaria Ue alla Giustizia Vera Jurova illustrando a Bruxelles i risultati della terza valutazione del codice di condotta per combattere l'incitamento all'odio illegale on line, condotta da ONG e istituzioni pubbliche. 

Eliminato il 70% dei contenuti di odio

Le più importanti piattaforme di social media hanno rimosso una media del 70% dei messaggi di odio che è stato loro notificato, il miglior risultato da quando, nel maggio 2016, Facebook, Twitter, YouTube e Microsoft, hanno adottato un codice di condotta con cui si sono impegnati a combattere i messaggi di odio sul web. Codice al quale da oggi aderisce anche Instagram. Nei rilevamenti precedenti le eliminazioni si erano fermate al 28% ed al 59%. 

Bruxelles: "C'è maggior impegno per eliminare i messaggi entro 24 ore"

"Questa terza valutazione mostra che queste aziende stanno rispettando sempre più i loro impegni per eliminare la maggior parte dei discorsi di incitamento all'odio illegali entro le 24 ore", ha affermato Jurova. Tuttavia, aggiunge Bruxelles, "rimangono alcune sfide, come la mancanza di feedback sistematico agli utenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Internet deve essere un posto più sicuro, libero da discorsi di incitamento all'odio illegali, così come dai contenuti xenofobi - ha insistito la Commissaria - il Codice di condotta si sta rivelando uno strumento prezioso per gestire contenuti illegali in modo rapido ed efficace".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Chiuderemo Facebook e Instagram in Europa", ecco il perché della minaccia di Zuckerberg

  • “Maxi-riciclaggio da 2mila miliardi”. Trema il settore bancario: coinvolti tre istituti europei

  • L'Irlanda mette in quarantena chi arriva dall'Italia

  • "Svezia verso l'immunità di gregge, lì la pandemia potrebbe essere finita"

  • Ryanar taglia il 40% dei voli a ottobre e accusa i governi Ue: "Cattiva gestione della crisi Covid"

  • Duemila pellegrini ebrei bloccati al confine ucraino, Kiev accusa: "Li spinge la Bielorussia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento