Martedì, 22 Giugno 2021
Giovani

Ok definitivo al nuovo Erasmus+, questa volta aperto anche agli adulti

Il programma vedrà i suoi finanziamenti quasi raddoppiati arrivando a un totale di oltre 28 miliardi di euro. Per il Parlamento "è più che mai importante che l'Europa si impegni a non lasciare nessuno indietro"

Il Parlamento europeo ha dato l'ok definitivo al nuovo Erasmus+, il programma dell'Ue probabilmente più amato. Per il periodo 2021-2027 Bruxelles ha previsto più sostegno economico per dare vita a un progetto "più inclusivo, più verde e più semplice". Il relatore per l'Aula, Milan Zver (Ppe) ha assicurato che "il Parlamento controllerà da vicino l'attuazione del nuovo programma, per garantire che diventi più inclusivo e offra opportunità al maggior numero possibile di persone". La presidente della commissione per la Cultura e l'istruzione Sabine Verheyen ha definito il programma "una storia di successo europeo" e ha dichiarato che nel periodo post-pandemia "è più che mai importante che l'Europa si impegni a non lasciare nessuno indietro", e "questo è quello che stiamo cercando di fare con la nuova generazione Erasmus+". 

Più finanziamenti e più inclusività

Nel quadro finanziario dei prossimi sette anni, il programma vedrà i suoi finanziamenti quasi raddoppiati per un totale di oltre 28miliardi di euro, provenienti da diversi fondi, a fronte dei 14,7 miliardi del periodo precedente, con i deputati che rivendicano che nelle fasi conclusive dei negoziati con il Consiglio sono riusciti ad ottenere un importo aggiuntivo di 1,7 miliardi di euro. Il nuovo Erasmus+ offrirà più strumenti e risorse a sostegno dell'inclusione e vedrà Commissione e Stati membri impegnati a presentare piani d'azione per migliorare l'accesso all'apprendimento e alla mobilità per le persone che storicamente hanno avuto meno possibilità di parteciparvi. Per questo per la prima volta, per chi non dovere mezzi sufficienti a coprire i costi iniziali di partecipazione al programma, saranno previsti degli anticipi. Un'altra novità è che l'Erasmus+ 2021-2027 estenderà la mobilità anche agli studenti di programmi di insegnamento per adulti e permetterà loro di trascorrere fino a sei mesi in un altro Paese dell'Unione. Questa misura è stata presa per permettere a persone di ogni età e provenienza di acquisire neve competenze lavorative e di vita. 

Più semplice e più sostenibile

"Il nuovo Erasmus+ sarà più semplice e gestibile, con sistemi informatici più agevoli da usare e meno pratiche amministrative", rivendica Bruxelles. Inoltre, le istituzioni misureranno il contributo del programma al raggiungimento degli obiettivi di spesa per il clima dell'Ue e ne sarà ridotta l'impronta ambientale "per esempio incentivando mezzi di trasporto più sostenibili". Per il periodo 2021-2027 l'Ue ha riconfermato la collaborazione tra Erasmus+ e l'iniziativa DiscoverEu, che offre ai giovani l'opportunità di richiedere un pass gratuito per viaggiare in Europa a scopo didattico e scoprire la diversità culturale e linguistica del continente. Inoltre, sono state introdotte altre due iniziative: "Università europee", che consentirà gli studenti di laurearsi combinando gli studi in diversi Paesi comunitari; "Centri di eccellenza professionale", volta a creare ecosistemi di competenza locali, collegati a livello internazionale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ok definitivo al nuovo Erasmus+, questa volta aperto anche agli adulti

EuropaToday è in caricamento