Dall'Ue ok definitivo a nuove regole su biologico ed etichettatura

Le norme entreranno in vigore nel 2021. Il sistema dei controlli sarà rafforzato con misure di precauzione più stringenti e verifiche nella catena dell'offerta nei paesi terzi

Il Consiglio Ue ha adottato le nuove regole sulla produzione biologica e l'etichettatura dei relativi prodotti. Dal primo gennaio 2021 le norme saranno semplificate e armonizzate ulteriormente con la fine progressiva di un certo numero di eccezioni e deroghe.

Il sistema dei controlli sarà rafforzato con misure di precauzione più stringenti e verifiche nella catena dell'offerta nei paesi terzi. Poi, i produttori dei paesi terzi dovranno rispettare le stesse regole praticate nella Ue, rientreranno nella regolazione prodotti come sale, sughero, cera d'api, matè, foglie di vite, cuori di palma. Ci saranno ulteriori regole per cervi, conigli e pollame. La certificazione sarà più semplice per i piccoli produttori perchè si potranno raggruppare le pratiche e ci sarà un approccio più uniforme per ridurre il rischio di contaminazioni accidentali dai pesticidi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Commissione Ue ha indicato che con la decisione di oggi del Consiglio "è stato tolto l'ultimo ostacolo alla modernizzazione del settore dell'agricoltura biologica". Negli ultimi dieci anni il settore ha fatto un balzo in termini di valore del 125% nella Ue.

Nuove regole sul biologico, tutto quello che c'è da sapere / La scheda del Parlamento europeo 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa tra turisti e polizia, in Belgio accesso alle spiagge limitato ai residenti

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Omicidi e guerre tra narcotrafficanti: in Svezia e Olanda è emergenza criminalità

  • Casi in aumento ma ai ravers non importa: tekno party con 10mila persone

  • Per fermare il coronavirus in Galizia vietato anche fumare per strada

  • Svedesi via da casa a 17 anni, italiani a 30. Ma in Ue c'è chi è più "mammone" di noi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento