menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
EPA/ROLEX DELA PENA

EPA/ROLEX DELA PENA

La Francia “vieta” la salsiccia vegetariana

Il Parlamento di Parigi ha introdotto il divieto per i produttori di sostituti della carne di usare termini come “bistecca” o “pancetta” per descrivere i loro prodotti

In Francia non sarà più possibile vendere prodotti alimentari come la salsiccia vegetariana o l'hamburger vegano. O meglio, non sarà più possibile usare quei nomi per indicare dei prodotti che, di fatto, non contengono carne. A deciderlo è stato il Parlamento francese, che ha votato un testo che introduce il divieto per i produttori di sostituti della carne di usare parole come bistecca o pancetta per alimenti vegetariani o vegani. 

Il provvedimento è stato proposto dal deputato Jean-Baptiste Moreau, secondo cui prodotti come bistecche di soia, salsicce vegane e altre alternative vegetariane sono “ingannevoli” per i consumatori. Moreau ha basato la sua argomentazione su una sentenza del 2017 della Corte di giustizia europea, che ha stabilito che i prodotti a base di soia e tofu non potevano essere commercializzati come latte o burro.

“È importante combattere le affermazioni false. I nostri prodotti devono essere designati correttamente: i termini di formaggio o bistecca saranno riservati per prodotti di origine animale ", ha twittato Moreau, un agricoltore e membro del movimento politico del presidente Emmanuel Macron, La République En Marche.

Il regolamento, che è stato presentato sotto forma di emendamento a una legge sull'agricoltura, si applicherà anche ai prodotti vegetariani o vegani commercializzati come alternative da latte. Il rifiuto di rispettare il regolamento potrà essere sanzionato con multe fino a 300mila euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento