rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Evitare zuccheri e conservanti

"Le diete malsane sono 'killer': fanno 8 milioni di morti l'anno"

Parola del capo dell'Organizzazione mondiale della sanità, a Roma per il vertice delle Nazioni Unite sui sistemi alimentari. Ed elogia la dieta mediterranea

Le diete malsane sono uno dei principali 'killer' della popolazione, determinando un numero di morti pari a circa 8 milioni l'anno. Questo il monito lanciato da Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) intervenuto oggi a Roma nell'ambito del vertice sui sistemi alimentari delle Nazioni Unite. Nel corso della sessione dedicata alle 'Diete sane, culture e tradizione: lezioni dalla dieta Mediterranea', il direttore dell'Oms ha evidenziato anche il forte contributo che il mangiare male apporta alle malattie non trasmissibili, come quelle cardiache e cardiovascolari. "Molto di questo onere è guidato dal marketing aggressivo di prodotti che generano profitti privati, ma danneggiano la salute pubblica, compresi cibi ricchi di zucchero, sale e grassi, e sostituti del latte materno", ha accusato Adhanom Ghebreyesus, puntando il dito contro l'industria agroalimentare. Se il cibo è una parte centrale della vita e della cultura delle persone, esso contribuisce in modo fondamentale anche ad una buona salute. Per ottenere maggiori profitti i colossi del food non esitano a riempiri i cibi di zuccheri, sale, additivi e conservanti, dando vita ad alimenti ultra-processati, che ci danneggiano sul lungo periodo, inducendoci inoltre ad adottare cattive abitudini da cui spesso è difficile tornare indietro.

Elementi di una dieta sana

Non si tratta di semplice attenzione al girovita ma alla salute a 360 gradi. Il direttore generale ha proseguito poi offrendo esempi di regimi alimentari che ci aiutano a stare bene. "Oggi stiamo affrontando la questione cruciale di cosa rende sana una dieta", ha detto il responsabile dell'Oms, citando fra gli esempi di diete salutari la "dieta mediterranea, con la sua enfasi su frutta e verdura fresca, cereali integrali, legumi, olio d'oliva, consumo moderato di alimenti di origine animale e a lavorazione minima". Adhanom Ghebreyesus ha ricordato come la dieta mediterranea tradizionale sia associata a longevità e a basso rischio di malattie cardiovascolari e di alcuni tipi di cancro. "E sulla base di ricerche estese è stata riconosciuta patrimonio dell'umanità", ha sottolineato. Il capo dell'Oms ha poi fatto luce sugli elementi in comune a tutte le diete sane: "Dovrebbero fornire quantità adeguate di energia e nutrienti essenziali e non eccedere le esigenze dell'organismo; dovrebbero avere fonti energetiche equilibrate, cioè l'energia dovrebbe provenire principalmente da carboidrati complessi e fino a un terzo da grassi principalmente insaturi", ha precisato il politico etiope.

Ingredienti "cattivi"

Adhanom Ghebreyesus ha poi precisato gli elementi nocivi della nostra alimentazione: "Alcuni alimenti e sostanze nutritive dovrebbero essere limitati, come zuccheri liberi, grassi saturi e grassi trans, alimenti altamente trasformati, carne rossa e carne trasformata", ha poi precisato. Infine, h sottolineato che una dieta sana dovrebbe includere una varietà di buoni gruppi alimentari e una molteplicità di cibi all'interno di questi gruppi. "Una dieta sana è una dieta sicura: nessun alimento cioè dovrebbe contenere microrganismi e sostanze chimiche dannose", ha chiosato il direttore dell'Oms.

Il vertice delle Nazioni Unite, organizzato dal 24 al 26 luglio a Roma, è un appuntamento fondamentale per verificare le strategie dei Paesi atte a garantire sistemi alimentari sicuri. Nello specifico l'obiettivo è di monitorare i progressi compiuti a due anni di distanza dal primo vertice che aveva avuto luogo nel 2021. Sono circa 2mila le persone che vi partecipano, provenienti da oltre 160 paesi diversi, compresi più di 20 capi di Stato e di governo, che dovranno individuare i successi e gli impedimenti ancora presenti, nonché stabilendo le priorità in un momento estremamente difficile per la sicurezza alimentare, tra cambiamenti climatici sempre più estremi e conflitti in corso in tante aree del mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le diete malsane sono 'killer': fanno 8 milioni di morti l'anno"

Today è in caricamento