Salvini vuole i dazi per difendere il Made in Italy? "Così mette a repentaglio le nostre eccellenze", ribatte De Castro

L'eurodeputato del PD contro la proposta del leader del Carroccio di seguire il cammino protezionistico di Trump. "Con i dazi immediate ritorsioni alle nostre esportazioni", in particolare nel settore agroalimentare, avverte De Castro

Paolo De Castro. © European Parliament

Paolo De Castro contro Matteo Salvini un po' come a Davos ha fatto Angela Merkel contro Donald Trump. Il tema, infatti, è sempre lo stesso, quello caldissimo dei dazi. Il leader del Carroccio ha affermato oggi a Mattino Cinque di stare "con Trump". "Lui difende l'industria americana", ha aggiunto Salvini, "vuole salvare i posti di lavoro e tutti lo attaccano. Io invece voglio fare in Italia la stessa cosa, si possono mettere i dazi".

De Castro: "Che ne sarebbe delle nostre eccellenze agroalimentari?"

De Castro invece sta con la Merkel, ma con argomenti diversi rispetto a quelli della cancelliera. “Leggo con stupore le dichiarazioni di fuoco del 'collega' Matteo Salvini - scrive in una nota l'eurodeputato PD - che vuole mettere dazi per difendere il Made in Italy. Considerando - come sa bene Salvini - che nessun Stato membro dell’Ue può unilateralmente introdurre dazi, cosa ne sarebbe delle nostre eccellenze agroalimentari?”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con il protezionismo immediate ritorsioni alle nostre esportazioni"

“A finire sotto attacco - prosegue De Castro - sarebbero vini, prosciutti, formaggi e altri prodotti che esportiamo per oltre 40 miliardi di euro, con una crescita del 7% solo nel 2017”. “Una politica protezionista - spiega il primo vice presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Ue - provocherebbe immediate ritorsioni sulle nostre esportazioni. Oppure l’amico Salvini pensa che i Paesi colpiti dai dazi 'italiani' reagirebbero con un 'grazie'?”. “Sarebbe forse meglio - conclude De Castro - che tutti lavorassero come noi per raggiungere al più presto l'obiettivo dei 50 miliardi di euro di esportazioni del Made in Italy”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Chiuderemo Facebook e Instagram in Europa", ecco il perché della minaccia di Zuckerberg

  • “I migranti ci penseranno due volte prima di imbarcarsi per l’Europa”, bufera sul nuovo piano Ue

  • “Maxi-riciclaggio da 2mila miliardi”. Trema il settore bancario: coinvolti tre istituti europei

  • "Svezia verso l'immunità di gregge, lì la pandemia potrebbe essere finita"

  • Code di 7mila tir e crisi peggiore del Covid: Londra adesso teme la Brexit senza accordo

  • Cercasi rifiuti: termovalorizzatori danesi a secco perché manca la spazzatura da bruciare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento