menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Toscana, Liguria, Sardegna e Corsica insieme per lo sviluppo. Nasce l'incubatore di imprese InViTra

Sorgerà a Bastia e metterà in campo un percorso di accompagnamento alla creazione di aziende a partire da una piattaforma online in cui reperire tutte le informazioni e i servizi necessari per passare da un progetto alla sua realizzazione

Attraverso una strategia transfrontaliera far nascere e crescere nuove realtà imprenditoriali tra Italia e Francia. È questo l'obiettivo di In.Vi.Tra, acronimo di Incubatore virtuale transfrontaliero, la cui fase operativa è stata lanciata ufficialmente a Bastia, in Corsica. Con un bilancio di circa 1,2 milioni di euro, il progetto è finanziato attraverso il Programma Interregionale Italia-Francia marittimo, coordinato dalla Liguria (Unioncamere e Atena Centro Servizi) e vede fra i suoi partecipanti soggetti pubblici e privati in Toscana (Unisco Toscana Link Srl), Sardegna(Camera di Commercio di Nuoro e Agenzia Regionale Confcooperative per lo Sviluppo in Sardegna), Corsicae Var (Petra Patrimonia Corsica e CDE Petra Patrimonia).

Fino al novembre 2018, i partner del progetto attiveranno un percorso di accompagnamento alla creazione di impresa basato sull'istituzione di una piattaforma online che fornisca informazioni, consulenza e risorse ai settori economici prioritari e al loro sviluppo nei territori del progetto, fornendo consulenza sul come passare dall'idea alla creazione dell'azienda vera e propria, sugli aspetti giuridici, fiscali e finanziari correlati alla società e, più in particolare per quanto riguarda le cooperative, sui nuovi sviluppi in materia di finanziamento di start-up aziendali e sulle possibili modalità per fare rete con potenziali partner per assicurare lo sviluppo della società. Questa piattaforma online è ispirata ai modelli “One Stop Shop”, una sorta di social network per imprese da cui reperire tutte le informazioni e i servizi e dove si potranno condividere le idee con potenziali soci e finanziatori.

L’industria navale, il turismo, le biotecnologie e le energie rinnovabili sono alcuni dei settori in cui l'incubatore virtuale italo-francese punta a promuovere nuove startup, cooperative e aziende mettendo loro a disposizione una serie di servizi personalizzati anche attraverso incontri con ciascun partner per strutturare il business plan di un'impresa cooperativa e sostenere il suo lancio.

La prima fase del progetto ha interessato la ricognizione delle attività che i partner già svolgono sui rispettivi territori, la seconda fase la messa a regime degli strumenti e dei servizi innovativi e ora si entra nella fase più importante, quella operativa, con la piattaforma web del progetto attiva. Tra i suoi obiettivi, ad esempio, la creazione di 50 nuove imprese cooperative e 250 posti di lavori in tre anni solo in Toscana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento