Martedì, 22 Giugno 2021
Europa in Città

"In Europa....con merito!". Stage al Parlamento Ue per i neolaureati siciliani e sardi

L'iniziativa dell'eurodeputato di Forza Italia Salvo Pogliese arriva alla sua seconda edizione. "Un'opportunità per chi viene da un contesto di grave disoccupazione giovanile". Tempo fino al 31 marzo per presentare le domande

European Parliament

Offrire un'esperienza di stage al Parlamento europeo, farcita con un corso in europrogettazione, ai giovani laureati di Sicilia e Sardegna. E' questo l'obiettivo dell'iniziativa "In Europa… con merito!" promossa dall'eurodeputato di Forza Italia Salvo Pogliese, e giunta nel 2018 alla sua seconda edizione.

"Un'opportunità per chi viene da un contesto di grave disoccupazione giovanile"

"Ho voluto ripetere anche per il 2018 il progetto 'In Europa… con merito!' dopo il successo dell'anno scorso - spiega l'eurodeputato Pogliese - perché profondamente convinto che, all'interno di un contesto di grave disoccupazione giovanile come quello della Sicilia, sia un segnale in controtendenza dare questa piccola, ma altamente qualificante, opportunità ai giovani della nostra terra". Il corso di europrogettazione, la grande novità dell'edizione 2018 di 'In Europa...con merito!' verrà tenuto dalla camera di commercio Italo-Belga. 

Criteri e numero di posti

Per l'anno 2018-2019 sono in palio 2 stage per chi è in possesso di una laurea triennale ed ha meno di 25 anni, 4 stage per chi è in possesso di una laurea specialistica o a ciclo unico ed ha meno di 30 anni. Tra i criteri si ammissione spicca il voto minimo di laurea, che dovrà essere di 100/110. 

Verrà data priorità ai laureati in Scienze Politiche, Economia, Giurisprudenza e Scienze della comunicazione. Le domande dovranno essere presentate, entro sabato 31 marzo 2018, accedendo al sito www.salvopogliese.it, dove sarà chiesto di compilare un form online che permetterà anche il caricamento dei documenti richiesti.

La selezione

La selezione dei tirocinanti avverrà nel mese di aprire a Catania, Palermo e Cagliari con un test scritto a risposta multipla su argomenti generali attinenti l’Ue a cui seguiranno due prove orali in lingua inglese e in italiano. A valutare gli i candidati sarà un nucleo di valutazione costituito dai professori della facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Catania Francesca Longo, docente di Politiche Pubbliche dell'Unione Europea, Stefania Panebianco, docente di Politica dell'Unione Europea, e Dario Pettinato, docente di Internazionalizzazione delle Relazioni Commerciali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In Europa....con merito!". Stage al Parlamento Ue per i neolaureati siciliani e sardi

EuropaToday è in caricamento