Discarica di Calvi, Ue a Regione Campania: "Recuperare i fondi"

A seguito di una verifica, 35 progetti campani, tra cui quello del comune beneventano, "sono stati giudicati non operativi e pertanto da escludere dai finanziamenti" della Commissione europea

L'eurodeputato M5S Piernicola Pedicini / © European Union 2017 - Source : EP

La Regione Campania deve recuperare 3,2 milioni di euro erogati con fondi europei al comune di Calvi, nel Beneventano, per la bonifica della locale discarica. E’ quanto emerge dalla risposta della Commissione Ue a una interrogazione presentata dall’eurodeputato M5S Piernicola Pedicini. Secondo Bruxelles, i lavori di bonifica dell’ex discarica abusiva di Calvi sarebbero stati eseguiti ma, non essendo stati ancora monitorati, non si sa se siano stati realizzati in modo corretto. 

Altri 35 progetti in Campania esclusi da fondi Ue

“L’autorità di gestione del programma operativo Fesr Campania 2007-2013 – si legge nella risposta dell’Ue - ha informato la Commissione del fatto che, dopo il 31 marzo 2017, l’Unità centrale per i controlli di primo livello ha effettuato un’ispezione volta a verificare l’effettiva operatività di una serie di progetti”. A seguito della verifica, 35 progetti, tra cui quello della ex discarica del comune di Calvi, sono stati giudicati non operativi e pertanto da escludere dai finanziamenti europei. 

Per l’ex discarica di Calvi, ha aggiunto la Commissione, resta “la possibilità che il progetto sia finanziato dal programma 2014-2020” dei fondi della politica Ue per le regioni “una volta risultato pienamente in linea con i requisiti della legislazione dell’Ue”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

  • Dopo il confinamento la Francia vede la fine del tunnel. In Spagna a gennaio partono le vaccinazioni

  • Neonazismo e antisemitismo: si dimette l'alleato olandese di Giorgia Meloni

Torna su
EuropaToday è in caricamento