menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acquedotto pugliese, dalla Bei finanziamento di 200 millioni

L'investimento servirà ad mmodernare la rete idrica e le tecnologie per gli impianti di trattamento delle acque reflue

Ammodernare la rete idrica e le tecnologie per gli impianti di trattamento delle acque reflue. La Banca europea degli investimenti ha dato l'ok a un finanziamento di 200 milioni di euro a favore di Acquedotto pugliese. I fondi serviranno a portare avanti i progetti previsti dal piano di investimenti 2017-2022, sia  per la rete idrica, che necessita di importanti interventi di ristrutturazione e sviluppo, sia per gli impianti tecnologici di trattamento delle acque, in modo da aumentare la disponibilità e la qualità dell'acqua potabile distribuita.

Acquedotto pugliese serve una popolazione di oltre 4 milioni di persone. Il finanziamento Ue arriva nell'ambito del Piano Juncker per gli investimenti strategici. Nel dettaglio, gli investimenti programmati da Acquedotto pugliese puntano a ridurre le perdite, mantenere l'efficienza delle opere gestite, migliorare la qualità delle acque, aumentare la dotazione idrica pro-capite, incrementare la copertura del servizio idrico e fognario nel rispetto, in generale, della legislazione italiana ed europea in materia ambientale. 

“Con questo finanziamento – dice Dario Scannapieco, vicepresidente della Bei - sosteniamo una infrastruttura fondamentale per il Mezzogiorno, un'area che è storicamente al centro delle politiche di finanziamento della Banca dell'Unione europea ma che negli anni recenti ha sofferto per mancanza di progettualità, specialmente nel campo delle infrastrutture”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento