Lunedì, 25 Ottobre 2021
Fake & Fact

Perché le banconote da 500 euro sono diventate un'emergenza per la sicurezza europea

L'appello all'Ue di 5 Paesi membri, tra cui l'Italia, affinché vengano rimosse dal mercato. Il loro valore: 200 miliardi, quasi quanto il nostro Recovery fund

Un valore stimato in 200 miliardi di euro, quasi la stessa cifra del Recovery fund italiano. Un tesoro nascosto costruito su una banconota che dal 2019 non viene più stampata, ma che è rimasta in circolazione, senza passare da banche e altre operazioni tracciate: quella da 500 euro. Ma per l'ex taglio massimo della Bce le ore potrebbero essere contate: 5 Stati membri dell'Ue, tra cui l'Italia, hanno presentato una proposta a Bruxelles affinché tali banconote vengano messe fuori mercato.

Con il nostro governo, a firmare la richiesta ci sono anche Francia, Spagna, Olanda e Belgio. Tutti Paesi che si trovano ad affrontare un aumento preoccupante delle attività della criminalità organizzata, in particolare per quanto riguarda il controllo del mercato della droga. E sta proprio qui una delle ragioni della proposta presentata alla Commissione europea e agli altri Paesi Ue. 

Già, perché le banconote da 500 euro sarebbero diventate di fatto la moneta di scambio degli affari dei signori della droga, e non solo. Le autorità olandesi hanno stimato che il 90% di tali biglietti sia in mano proprio alle mafie o comunque alla malavita, che li usa per regolare i conti nel mercato della cocaina, ma anche per il finanziamento al terrorismo e il traffico di esseri umani. 

Si tratta delle stesse motivazioni che spinsero la Bce a fermarne la stampa all'inizio del 2019. Ma il fatto che le zecche di Stato non le producono più non basta a metterle fuori gioco: se nel 2019 le banconote da 500 euro ammontavano a 612 milioni, oggi sono intorno ai 400 milioni quelle ancora in circolazione. Segno che solo un terzo è passato dai depositi bancari. Da qui la proposta di accelerare la loro scomparsa rendendole non più legali.  

Nel position paper dei 5 Paesi Ue, si chiede anche una stretta sui pagamenti in contanti, con un tetto di 5mila euro valido in tutta l'Unione per singolo acquisto. Anche in questo caso le ragioni sono le stesse: fermare il riciclaggio e l'evasione, che sono quasi sempre l'anticamera del potere economico di mafie, terroristi e trafficanti di esseri umani.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché le banconote da 500 euro sono diventate un'emergenza per la sicurezza europea

Today è in caricamento