Mercoledì, 23 Giugno 2021
Facebook

Dopo il lockdown? "Test di massa e tracciamento degli spostamenti"

E' quanto suggerisce un rapporto commissionato dal ministero degli Interni tedesco. Secondo cui occorre ridurre i contagi sotto la soglia critica entro Pasqua per evitare "conseguenze incontrollabili"

Alcune parti del rapporto erano già trapelate e finite nei discorsi della stessa cancelliera Angela Merkel. Ma adesso il sito FragDenStaat lo ha reso pubblico. Comprese alcune previsioni che stanno facendo il giro di media e social. Come quella che sul rischio di conseguenze economiche enormi e "incontrollabili" se l'epidemia di coronavirus non verrà portata rapidamente sotto controllo entro Pasqua consentendo di allentare le misure di lockdown.

Il rapporto risale a marzo e non è chiaro chi l'abbia scritto. Sta di fatto che fa parte dei documenti su cui il governo tedesco ha impostato la sua strategia. Per esempio, è in questo report che si parla del rischio di arrivare a un 70% di contagi nel Paese che la cancelliera Merkel aveva citato prima di decidere di attuare misure più stringenti. Nel testo, ci sono altri passaggi che in qualche modo hanno trovato riscontro nelle azioni del governo. 

Guardando al futuro, la parte del report che più colpisce è quello sul dopo lockdown. Secondo gli esperti che hanno redatto il documento occorrerà arrivare alla fase 2 entro Pasqua: la Germania deve "riuscire a fermare la diffusione esponenziale del virus e ridurre il tasso di infezione (R0) a meno di 1 prima di Pasqua", si legge. Fatto questa, occorrerà sostituire isolamento domiciliare e il blocco delle attività con misure alternative: test di massa e sistemi per tracciare i movimenti dei cittadini attraverso app sui telefoni. Altrimenti, ai danni sanitari, si potrebbero aggiungere conseguenze economiche enormi e "incontrollabili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il lockdown? "Test di massa e tracciamento degli spostamenti"

Today è in caricamento