Styx, The other side of everything e Woman at war finalisti al Premio Lux

Le tre pellicole competeranno per il riconoscimento del Parlamento Ue. Tajani: "Ci suggeriscono una volta di più le questioni urgenti che gli europei ci pongono ogni giorno, e a cui la politica deve dare risposte efficaci: migrazioni, populismi e sostenibilità"

© European Union 2018 - Source : EP

Il Parlamento europeo ha annunciato i tre film finalisti del Premio Lux, il riconoscimento che ogni anni l'Assemblea comunitaria consegna alla migliore pellicola prodotta nel continente. Si tratta di Styx, di Wolfgang Fischer (Germania, Austria), The other side of everything (Druga strana svega), di Mila Turajlić (Serbia, Francia e Qatar) e Woman at war (Kona fer í stríð), di Benedikt Erlingsson (Islanda, Francia, Ucraina).

Tajani: "Trattano le questioni che stanno a cuore agli europei"

“Migrazioni, populismi e sostenibilità: i tre film in lizza per il Premio Lux ci suggeriscono una volta di più le questioni urgenti che gli europei ci pongono ogni giorno, e a cui la politica deve dare risposte efficaci”, ha affermato il presidente del Europarlamento Antonio Tajani. “In ognuno di questi film lo sguardo e le storie delle donne protagoniste ci aprono al confronto con temi di stretta attualità: la questione della responsabilità verso i migranti magistralmente rappresentata in Styx, l'impegno civile per lottare conto le sirene populiste in The Other Side Of Everything e, in Woman At War, l'urgenza di lasciare un mondo vivibile alle generazioni future”, ha spiegato Tajani. “Una volta di più tramite la straordinaria varietà di stile e tematiche rappresentate dal premio il Parlamento europeo vuole promuovere la nostra prima ricchezza: la diversità culturale e la creatività che sono alla radice della nostra identità di europei”, ha concluso il presidente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Costa: "promuovere il cinema europeo"

Il Premio Lux, ha sottolineato Silvia Costa del Pd, membro della commissione Cultura dell'Aula, “rappresenta l'unico concorso cinematografico di un Parlamento e quest'anno, alla XII edizione, capita in una fase cruciale delle politiche culturali europee. Infatti le due direttive sull'audiovisivo e sul copyright sono fondamentali per promuovere il cinema europeo e il ruolo degli autori”. L'agenda della cultura, ha rivendicato conclude Costa, “intende rafforzare il nostro cinema nel mondo e il nuovo programma di Europa Creativa 2021/2027”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento