rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Guerra in Ucraina

L'Ue blocca l'acciaio russo: "Mosca perderà 3,3 miliardi di ricavi"

Nuovo pacchetto di sanzioni concordato dai governi europei per fermare il conflitto

Nell'attesa di sciogliere le riserve su gas e petrolio, i governi dell'Unione europea hanno deciso di colpire il settore siderurgico russo vietando le importazioni di acciaio, che secondo la Commissione Ue valgono 3,3 miliardi di euro. La misura fa parte del nuovo pacchetto di sanzioni, il quarto, concordato dal Consiglio Ue contro l'invasione dell'esercito di Vladimir Putin in Ucraina. 

Il pacchetto, oltre  prevede il divieto totale di qualsiasi transazione con alcune imprese statali russe in diversi settori, restrizioni all'esportazione di beni e tecnologie per l'industria della difesa, per la sicurezza e per l'industria energetica.  il complesso militare-industriale del Cremlino, lo stop all'esportazione dall'Ue di beni di lusso per colpire direttamente le élite russe, e il divieto per le agenzie di rating dell'Ue di fornire servizi ai clienti russi. Il bando sui rating farà perderea Mosca "ulteriore accesso ai mercati finanziari Ue", sottolinea la Commissione. 

Inoltre," l'elenco delle persone ed entità sanzionate è stato ulteriormente esteso per includere più oligarchi ed élite imprenditoriali legate al Cremlino, nonché società attive nelle aree militari e di difesa, che supportano logisticamente e materialmente l'invasione", oltra a soggetti "attivi nella disinformazione", scrive l'esecutivo Ue. Tornando all'acciaio, l'Ue imporrà "un divieto di importazione su quei prodotti siderurgici attualmente soggetti alle misure di salvaguardia", per un importo "di circa 3,3 miliardi di euro di entrate perse" per la Russia. "L'aumento delle quote di importazione sarà distribuito ad altri Paesi terzi" per evitare contraccolpi alle imprese Ue, assicura Bruxelles. 

I governi europei, "insieme ad altri membri dell'Organizzazione mondiale del commercio (Omc)", hanno deciso anche di negare ai prodotti e servizi russi il trattamento della "nazione favorita", cosa che "sospenderà i vantaggi significativi di cui gode la Russia in quanto membro dell'Omc. "Queste azioni contro la Russia tutelano gli interessi essenziali di sicurezza dell'Ue e dei suoi partner alla luce dell'aggressione non provocata, premeditata e ingiustificata", contro l'Ucraina, "assistita dalla Bielorussia", dice la Commissione Ue, che sottolinea come tali misure siano "pienamente giustificate" dalle norme dell'Omc.

La guerra in Ucraina: la diretta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ue blocca l'acciaio russo: "Mosca perderà 3,3 miliardi di ricavi"

Today è in caricamento