rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Crisi energetica

Così in estate l'Italia ha regalato 2 miliardi di euro a Putin

Sole record, ma pochi pannelli. Se avessimo (in proporzione) il parco fotovoltaico dell'Olanda saremmo stati meno dipendenti da Russia, ma anche da Algeria e Azerbaigian

Il sole record di quest'estate ha permesso all'Europa di risparmiare 29 miliardi di euro solo tra maggio e agosto che sarebbero andati ai fornitori extra-Ue di gas. In Italia, la spesa destinata all'energia elettrica prodotta con gli impianti fotovoltaici è stata pari a 3,8 miliardi. Una cifra che sarebbe stata ben più alta (circa 5,7 miliardi) se il nostro Paese avesse un parco solare pari a quello dell'Olanda. Invece, non solo sono aumentati i consumi di gas e di carbone, ma anche le emissioni di Co2: la crescita dell'inquinamento prodotto dalle centrali elettriche rispetto allo stesso periodo del 2021 è stato del 13%. È quanto emerge da uno studio e dai dati del think tank Ember. 

Cosa succederà in inverno senza gas russo?

L'analisi di Ember si concentra sulla crescita della produzione di elettricità da fotovoltaico nei Paesi Ue, che ha permesso di generare 99 TWh tra maggio e agosto 2022, ben 22 TWh in più rispetto allo stesso periodo del 2021. Se ci si concentra solo sull'aumento di produzione fotovoltaica (e non sul totale prodotto) Ember segnala che sono stati risparmiati 4 miliardi di metri cubi di gas e oltre 6 miliardi di euro. Merito del sole record, ma anche di chi ha continuato a investire sugli impianti fotovoltaici in questi anni. E qui scatta il confronto tra quanto fatto dall'Italia e altri grandi Paesi europei.

dati ember-2

Su tutti, il caso di successo da osservare è quello dell'Olanda: il governo di Amsterdam, nonostante nel Paese vi sia il più grande giacimento di gas in Europa, quello di Groeningen, ha messo il freno sull'estrazione di idrocarburi su terraferma e ha accelerato con forza sull'installazione di pannelli. Nel 2020, secondo i dati dell'Onu, l'Olanda è lo Stato Ue con la maggiore capacità installata pro-capite, 765 watt per ogni abitante. L'Italia si ferma a 364 watt pro capite. Grazie a questa maggiore potenza di fuoco, le centrali olandesi alimentate con il fotovoltaico sono riuscite a coprire tra maggio e giugno di quest'anno il 22,7% del totale di energia elettrica consumata, contro il 17,8% dello stesso periodo del 2011. A seguire la Germania con il 19,3% e la Spagna con il 16,7%, entrambe in aumento rispetto all'anno precedente.

L'Italia si piazza al quinto posto dopo la Grecia con il 15%. Un anno fa, la quota era del 13,3%. Questo aumento, però, non ha permesso di coprire il fabbisogno di elettricità superiore registrato nell'ultimo scorcio di primavera e in estate rispetto allo stesso periodo del 2021. La produzione di elettricità da gas e carbone è cresciuta, e con essa le emissioni inquinanti, passate da 26,5 mtCo2 a 30 mtCo2. Un aumento del 13% in soli 4 mesi. Se il nostro Paese avesse avuto un parco fotovoltaico proporzionalmente simile a quello olandese, ci sarebbe stato sicuramente un risparmio nelle emissioni. Da un punto di vista economico, le bollette di imprese e famiglie non sarebbero cambiate (dato che il prezzo dell'elettricità è lo stesso per tutte le fonti), ma avremmo acquistato meno gas da Russia, Algeria e Azerbaigian, i nostri principali fornitori. Per la precisione, avremmo speso 2 miliardi in meno di quelli finiti nelle tasche dei signori del gas. 

Il ritardo del nostro Paese sul fotovoltaico, poi, rischia di allargarsi nei prossimi anni, e questo a fronte dei prezzi del gas (e quindi dell'elettricità) che dovrebbero continuare a restare alti. Secondo le previsioni di Solar Power Europe, da qui al 2026 l'Italia dovrebbe avere una potenza installata di 35mila megawatt. L'Olanda, secondo queste previsioni, potrebbe superarci anche in termini assoluti con 36mila megawatt. Ancora meglio la Spagna, con 48mila MW. Per non parlare della Germania, che mira a raddoppiare la sua potenza arrivano a 132mila megawatt. 

solare olanda italia-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Così in estate l'Italia ha regalato 2 miliardi di euro a Putin

Today è in caricamento