rotate-mobile
Venerdì, 24 Giugno 2022
Commercio

La Russia ha raddoppiato il suo export verso l'Ue. Grazie al gas

A novembre, per la prima volta dal 2014, i Paesi dell'Unione hanno registrato un deficit commerciale di 1,5 miliardi. A causarlo soprattutto la domanda di energia

La bilancia commerciale dell'Eurozona è in deficit per la prima volta dal gennaio 2014. Nel novembre 2021, informa Eurostat, le esportazioni sono salite a 225,1 miliardi di euro (+14,4% su novembre 2020), mentre le importazioni sono schizzate a 226,6 miliardi (+32%), principalmente per effetto dell'aumenti dei prezzi dell'energia importata. Come risultato, per la prima volta da oltre sette anni, l'Eurozona è in deficit di 1,5 miliardi di euro nel commercio di beni con il resto del mondo, rispetto a un attivo di 25 miliardi nel novembre 2020.

A pesare su questo dato l'aumento della domanda di energia. Tra gennaio e novembre 2021, l'import di energia da Paesi extra-Ue è schizzato a 334 miliardi, contro i 201 dello stesso periodo del 2020: un aumento del 65,9%. Pesa anche l'aumento dell'import di materie prime, che è salito del 32,6%. In totale, considerati i primi 11 mesi del 2021, le importazioni sono cresciute in generale dell'8,1% rispetto allo stesso periodo del 2020. Mentre le esportazioni sono rimaste sostanzialmente allo stesso livello (+0,2%).

Guardando ai Paesi che hanno guadagnato di più dalla crescita di importazioni nell'Ue spicca la Russia, che ha fatto registrare (su base annua) un +64,4%, trainato con ogni probabilità dal gas, che è di gran lunga la principale voce nelle relazioni commerciali con l'Ue. In termini assoluti, però, è la Cina che nei primi 11 mesi del 2021 ha esportato beni per 421,8 miliardi verso l'Ue, circa 70 miliardi in più rispetto allo stesso periodo del 2020. Tra i principali partner commerciali europei, l'unico Paese che ha ridotto il suo export verso i 27 Stati membri è il Regno Unito, con un crollo del 13,6%. Al contrario, le esportazioni Ue verso Londra sono aumentate del 12,3%.

Guardando all'Italia, il nostro Paese continua a registrare un cospicuo avanzo commerciale (+49,3 miliardi), anche se in diminuzione rispetto ai primi 11 mesi del 2020. Tra ottobre e novembre 2021, siamo tra i pochi Stati Ue che hanno aumentato l'export extra-Ue più di quanto hanno importato, con un avanzo di 3,3 miliardi. Solo la Germania fa meglio di noi, con un +15,9 miliardi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Russia ha raddoppiato il suo export verso l'Ue. Grazie al gas

Today è in caricamento