rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Il richiamo

La rabbia dell'Ue per il Mes: "Italia unico Paese che blocca, è deplorevole"

Il presidente dell'Eurogruppo, Paschal Donohoe, si è detto "rammaricato" per il voto del Parlamento: "Una riforma per la quale ci siamo tutti impegnati nel 2021", anche l'Italia stessa

La bocciatura del Mes da parte del Parlamento italiano ha provocato la rabbia di Bruxelles, che ora non potrà andare avanti nella riforma a causa del nostro voto contrario. Il presidente dell'Eurogruppo, Paschal Donohoe, si è detto "rammaricato" del risultato, lamentando che l'Italia "rimane l'unico Paese che blocca" la riforma dello strumento, e questo è "deplorevole". "Ho preso atto del voto odierno del Parlamento italiano in relazione alla ratifica del Trattato del Mes. Pur rispettando pienamente le deliberazioni parlamentari, mi rammarico del risultato", ha scritto il presidente del consesso che riunisce i 20 Paesi con la moneta unica.

Il governo boccia il Mes, Marattin: "Salvini e Meloni si contendono la bandiera del cialtronismo"

Il Meccanismo europeo di stabilità (noto anche come Mes o Esm in inglese) è un organismo intergovernativo della sola zona euro istituito nel 2012, che ha il compito di intervenire nelle crisi finanziarie legate ai debiti sovrani e al sistema bancario. Il trattato mette in comune risorse che possono essere utilizzate nel caso in cui uno Paese membro si trovi in difficoltà, concedendogli prestiti a tassi agevolati, allo scopo di evitare che il "contagio" finanziario si diffonda in tutta l’Eurozona. In cambio del salvataggio vengono richieste riforme e interventi economici.

Il ricorso al Mes non è obbligatorio, ma deve nel caso essere richiesto dal Paese stesso, e da qui il fastidio di Bruxelles nei confronti di Roma per non voler dare il via libera alla riforma di uno strumento che non è certo tenuta a usare. Ma il suo via libera formale in Parlamento è necessario, ed era atteso in quanto il nostro Paese aveva dato il suo via libera in Europa, garantendo l'approvazione in Consiglio Ue nel gennaio del 2021, durante il secondo governo Conte. Si pensava che insomma quello in Aula fosse solo un passaggio formale.

Mes, l'Europa in pressing sull'Italia: permetta almeno agli altri di usarlo

"Come ho sottolineato in molte occasioni, la finalizzazione della riforma del Trattato Mes è un elemento chiave della nostra rete di sicurezza comune nell'area dell'euro, a beneficio di tutti i Paesi membri dell'area", ha affermato Donohoe. "L'Italia rimane l'unico Paese che blocca la finalizzazione di una riforma per la quale ci siamo tutti impegnati nel 2021", Italia compresa, ha ricordato il presidente, secondo cui è "deplorevole il fatto che non siamo riusciti a realizzare l'istituzione del backstop, un'importante pietra miliare per il completamento dell'Unione bancaria nell'Ue".

Il backstop è una sorta di paracadute finanziario nel Fondo di risoluzione per gli istituti finanziari, alimentato con contributi annuali del settore bancario, che è uno dei punti centrali della riforma. In questo modo si punta a scongiurare che siano i governi nazionali a dover mettere mano al portafoglio in caso di crisi creditizia, facendo sì che la crisi paghino invece le banche stesse. Per superare l'impasse, ha concluso Donohoe, "continuerò a impegnarmi su questo fronte con le autorità italiane nei prossimi mesi".

Anche l'attuale capo del Mes si è "rammaricato" della decisione del Parlamento italiano di votare contro la ratifica del trattato riveduto. L'amministratore delegato, Pierre Gramegna, ha sottolineato in una nota che "senza la ratifica di tutti gli Stati membri, il Mes non sarà in grado di fornire il sostegno comune al Fondo di risoluzione unico dell'unione bancaria, di cui beneficerebbero tutti i Paesi dell'area euro''. Il Meccanismo europeo di stabilità, ha garantito Gramegna, ''è impegnato a continuare a sostenere i suoi membri e ad adempiere all'importante mandato per il quale è stato creato: garantire la stabilità finanziaria nell'area dell'euro. Continuerà a farlo nell'ambito dell'attuale trattato''.

Continua a leggere su Europa.Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rabbia dell'Ue per il Mes: "Italia unico Paese che blocca, è deplorevole"

Today è in caricamento