rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
I dati

Dove c'è il salario minimo le buste paga crescono di più. L'Italia resta al palo

Il Belpaese sotto la media Ue per gli aumenti degli stipendi: quelli reali sono oggi più bassi del 12% rispetto al 2008

Una mozione presentata e approvata alla Camera dai partiti della maggioranza di governo ha messo una pietra sopra le speranze di chi, in Italia, si batte per l'introduzione del salario minimo: la direttiva in materia appena varata dall'Unione europea verrà attuata nel nostro Paese solo per la parte che riguarda la contrattazione collettiva. Si dice che questa funzioni nello stimolare la crescita delle buste paga in Scandinavia. Ma gli ultimi dati Eurostat sui salari orari nominali sembrano smentire tale tesi: guardando ai 27 Paesi del blocco, laddove non c'è il salario minimo, gli aumenti degli stipendi sono rimasti al palo. Se in media, nell'Ue, questi sono cresciuti del 4,2% rispetto al 2021, in Italia ci si è fermati intorno al 3%. E ancora peggio hanno fatto Svezia, Danimarca e Finlandia.

Le percentuali si riferiscono al costo nominale orario dei salari del secondo semestre del 2022 confrontato con lo stesso periodo del 2021. Certo, ci sono le eccezioni: per esempio, anche Francia, Spagna e Olanda sono sotto la media Ue. Ma dei 6 Paesi europei senza salario minimo (oltre ai già citati, ci sono anche Cipro e Austria), ben 5 si trovano al di sotto di questa asticella. Solo l'Austria compare nel lato dei più 'virtuosi'. 

Al di là delle valutazioni sul salario minimo, resta comunque un problema comune a tutti gli Stati membri: la perdita di potere d'acquisto dei lavoratori dinanzi all'inflazione record. Secondo un recente studio dell'Ilo, l'organizzazione internazionale del lavoro, quasi tutti i Paesi Ue hanno visto calare i salari reali nell'anno in corso: in Italia, il calo è stato del 5,9% rispetto al 2021, in Spagna del 3,5%, in Germania e Francia dell'1,7 per entrambi. Ma a rendere ancora più cupo il quadro del nostro Paese, c'è un grafico dell'Ilo sull'andamento dei salari reali nei Paesi del G7 negli ultimi 15 anni: se tedeschi e francesi, a parità di potere d'acquisto, hanno oggi buste paga più alte del 2008, quelle degli italiani sono più basse del 12%. 

salari reali

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dove c'è il salario minimo le buste paga crescono di più. L'Italia resta al palo

Today è in caricamento