rotate-mobile
Lunedì, 2 Ottobre 2023
Dopo 18 anni / Finlandia

Entra in funzione il più grande reattore nucleare d'Europa

L'inaugurazione dell'impianto finlandese di Olkiluoto 3 ha subito anni di ritardi per diversi problemi tecnici. Ora servirà ad aumentare la sicurezza energetica dopo il taglio delle forniture russe

Il reattore nucleare finlandese di Olkiluoto 3 (OL3), il più grande d'Europa, entra in funzione dopo 18 anni dall'inizio della sua costruzione. L'operatore di Ol3, Teollisuuden Voima (TVO), di proprietà della società di servizi finlandese Fortum e di un consorzio di aziende energetiche e industriali, ha dichiarato che l'unità dovrebbe soddisfare circa il 14% della domanda di elettricità della Finlandia, riducendo la necessità di importazioni da Svezia e Norvegia. Per il Paese baltico è un modo anche per aumentare la sicurezza energetica in una regione in cui la Russia ha tagliato le forniture di gas e di energia.

L'energia nucleare rimane controversa in Europa, soprattutto a causa di problemi di sicurezza, e la notizia dell'avvio di Ol3 arriva mentre la Germania ha spento i suoi ultimi tre reattori rimasti, e mentre invece Svezia, Francia, Gran Bretagna, Ungheria e altri pianificano nuovi sviluppi di impianti atomici. La costruzione del reattore da 1,6 gigawatt (Gw), la prima nuova centrale nucleare in Finlandia in oltre quarant'anni e la prima in Europa in 16 anni, è iniziata nel 2005.

L'impianto avrebbe dovuto essere inaugurato quattro anni dopo, ma è stato afflitto da problemi tecnici. Ol3 ha fornito per la prima volta una produzione di prova alla rete elettrica nazionale finlandese nel marzo dello scorso anno e all'epoca si prevedeva che avrebbe iniziato la produzione regolare quattro mesi dopo, ma invece ha subito una serie di guasti e interruzioni che hanno richiesto mesi per essere risolti.

Come risultato dell'avvio, gli analisti hanno affermato che la Finlandia, l'unico Paese nordico con un forte deficit di energia, può aspettarsi una riduzione dei costi dell'elettricità. Le esportazioni di energia elettrica dalla Russia alla Finlandia sono terminate lo scorso maggio, quando la società di servizi russa Inter Rao ha dichiarato di non essere stata pagata per l'energia venduta, come conseguenza del crescente divario tra Mosca e l'Europa a causa della guerra in Ucraina. Poco dopo, il monopolio statale russo delle esportazioni Gazprom ha posto fine alle spedizioni di gas naturale verso la nazione nordica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra in funzione il più grande reattore nucleare d'Europa

Today è in caricamento