rotate-mobile
Domenica, 7 Agosto 2022
Il dato / Regno Unito

La guerra fa la fortuna della britannica BP, triplicati gli utili: 8,5 miliardi di dollari

La compagnia petrolifera e del gas ha distribuito ricchi dividendi ai suoi azionisti, mentre le bollette dei cittadini schizzano alle stelle. La scorsa settimana era stata Shell a registrare utili da 10 miliardi

Il gigante britannico del petrolio e del gas Bp ha rivelato che gli utili del secondo trimestre sono più che triplicati, raggiungendo un massimo di 14 anni, unendosi alla rivale Shell nel raccogliere i benefici dell'impennata dei prezzi del petrolio e del gas dovuto alla guerra in Ucraina. Il gigante petrolifero ha registrato profitti in rialzo a 8,5 miliardi di dollari, molto più del previsto, nei tre mesi fino al 30 giugno, rispetto ai 2,8 miliardi di dollari di un anno fa. Bp ha rallegrato gli investitori con un aumento del 10 percento del dividendo distribuito agli azionisti e con l'aumento del piano di riacquisto di azioni proprie con altri 3,5 miliardi di dollari entro la fine di settembre.

Tuttavia, il risultato giunge mentre le famiglie stanno lottando per far fronte alle bollette in aumento e sta crescendo la rabbia per i massicci profitti delle aziende petrolifere ed energetiche, in seguito ai risultati eccezionali di Shell e Centrica, proprietaria di British Gas, della scorsa settimana. Con l'avanzare dell'invasione russa, gli analisti hanno previsto che le bollette energetiche annuali del Regno Unito potrebbero salire a 3.850 sterline in inverno, tre volte quello che hanno pagato all'inizio del 2022.

La scorsa settimana Shell ha registrato profitti trimestrali record di quasi 10 miliardi di sterline tra aprile e giugno, mentre il proprietario di British Gas, Centrica, ha realizzato utili operativi di 1,3 miliardi di sterline, la maggior parte dei quali proveniva dalla sua divisione di perforazione di petrolio e gas. La scorsa settimana Shell e France's Total hanno dichiarato che avrebbero dato agli azionisti miliardi di dollari in riacquisti di azioni e dividendi. La Bp ha anche avvertito che i prezzi dell'energia non dovrebbero diminuire nel corso dell'estate, prevedendo che i prezzi del greggio e del gas rimarranno alti nel terzo trimestre a causa delle interruzioni delle forniture dalla Russia.

Il partito laburista beirannico ha descritto i profitti ha chiesto al governo di annullare le agevolazioni fiscali per le compagnie petrolifere e del gas del Mare del Nord che sono state offerte a maggio. Ma Jacob Rees-Mogg, il ministro per le opportunità della Brexit, ha rigettato l'idea, dicendo alla radio LBC: “Non sono a favore delle tasse inaspettate. L'industria energetica è estremamente ciclica. Devi avere un settore petrolifero redditizio in modo che possa investire nell'estrazione di energia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La guerra fa la fortuna della britannica BP, triplicati gli utili: 8,5 miliardi di dollari

Today è in caricamento