rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Lo studio

Aiuti pubblici contro il caro bollette: in Europa solo la Germania ha speso più dell'Italia

In termini assoluti, siamo secondi dopo Berlino. Il caso dell'Olanda: inflazione record, ma sussidi inferiori alla Grecia

L'Italia è il secondo Paese dell'Unione europea che ha investito più fondi pubblici per proteggere i consumatori dall'impatto dell'aumento dei prezzi dell'energia. Al primo posto c'è la Germania. Ma se si guarda all'impegno profuso in proporzione al Pil, l'esborso di Roma è stato ben più oneroso rispetto a quello di Berlino. È quanto emerge da uno studio realizzato dal think tank Bruegel.

I dati riguardano i finanziamenti stanziati nel periodo da settembre 2021 a luglio 2022. Si tratta di un periodo che copre anche i mesi precedenti alla guerra in Ucraina, dato che i rincari sui mercati energetici (e le conseguenti misure dei governi Ue) sono iniziati a partire dallo scorso autunno. Lo studio, chiaramente, non tiene conto delle ultime manovre dei governi, come quella annunciata oggi da Palazzo Chigi, che ha prorogato fino al 5 ottobre le misure attualmente in vigore per ridurre il prezzo finale dei carburanti (il taglio di 30 centesimi al litro per benzina, diesel, gpl e metano per autotrazione).

Stando a quanto calcolato da Bruegel, nell'arco di poco meno di un anno, l'Italia ha stanziato 49,5 miliardi di euro, una cifra pari al 2,8% del suo Pil. In Germania, come dicevamo, i finanziamenti sono stati i più alti dell'Ue in termine assoluto, pari a 60,2 miliardi di euro. Ma l'impatto sul Pil è dell'1,7%.

aiuti contro rincari-2

C'è poi la Francia, con 44,7 miliardi stanziati pari all'1,8% del suo Pil. Al quarto posto, sempre nella classifica in termini assoluti, c'è la Spagna, con 27,3 miliardi. Guardando ai dati raccolti da Bruegel, colpisce il caso dell'Olanda, tra i Paesi Ue più toccati dall'aumento delle bollette e più in generale dall'inflazione: il governo del "frugale" Mark Rutte ha finora stanziato 6,2 miliardi, pari ad appena lo 0,7%. Persino la Grecia ha investito di più in aiuti a famiglie e imprese, con ben 6,8 miliardi (che ne fanno il Paese Ue con la più ampia quota del Pil, il 3,7%, destinata ai sostegni anti-rincari). 

Sulla stessa scia dell'Olanda, anche altri Paesi frugali come la Svezia e la Finlandia. In fondo alla classifica per investimenti in base al Pil, c'è la Danimarca, con mezzo miliardo di aiuti contro il caro bollette.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aiuti pubblici contro il caro bollette: in Europa solo la Germania ha speso più dell'Italia

Today è in caricamento