menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Steve Bannon e un Trump per l’Europa: dentro The Movement

Nel cuore di Bruxelles, a due passi dalle istituzioni Ue, un avvocato belga porta avanti il "verbo" sovranista dell'ex consigliere del capo della Casa Bianca. Con uno scopo ben preciso. Ce lo spiega direttamente lui, Mischael Modrikamen

Quando Steve Bannon l’ex stratega di Donald Trump è arrivato in Europa, alcuni mesi fa, ha piantato le tende a Bruxelles, non a caso nel cuore di quell’Unione politica che il vento sovranista voleva spazzare via. 

Proprio nella capitale Ue ha incontrato Mischael Modrikamen, avvocato belga di 53 anni,  già in politica come fondatore del piccolo Partito Popolare - formazione dell’estrema destra francofona. 

Dall’unione tra il guru americano del sovranismo e il suo socio belga nasce The Movement, che tra l’autunno del 2018 e l’inizio di quest’anno si è proposto l’ambizioso compito di federare l’intero spettro dello destra sovranista, populista e anti-Ue. 

Un obiettivo che tuttavia non verrà raggiunto. I due meeting annunciati - il primo per gennaio 2019, il secondo per marzo - non avranno mai luogo. Né sembra ci siano speranze rimaste, adesso che manca meno di un mese alle elezioni. 

In questo extra di EuropaAnnoZero abbiamo raggiunto e intervistato il fedelissimo di Bannon. Modrikamen  descrive nel dettaglio The Movement e la sua agenda anti-globalista e avanza persino la sorprendente ipotesi di eleggere un “presidente europeo”, immaginandoselo sicuramente sovranista e magari non troppo diverso dal suo idolo Donald Trump. 

Buon ascolto! 

Embed Spotify:

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento