Mercoledì, 22 Settembre 2021
Europa Today

Bruxelles vuole che la bandiera dell’Unione europea sventoli alle Olimpiadi di Tokyo

Il vessillo blu con dodici stelle potrebbe sfilare durante la cerimonia di apertura dei Giochi di venerdì. Il primo a proporre l'idea fu Prodi, ai tempi della sua presidenza della Commissione

Il drappo blu con le dodici stelle in cerchio, la bandiera dell’Unione europea, potrebbe sventolare per la prima volta alle Olimpiadi di Tokyo. La richiesta è stata inoltrata al comitato organizzatore dell'evento dalla Commissione europea e dalla presidenza di turno del Consiglio Ue, oggi in capo al Governo sloveno. Il destinatario della lettera è Thomas Bach, presidente del Comitato olimpico internazionale, che ora dovrà decidere se ammettere o meno il vessillo alla cerimonia di apertura dei Giochi, prevista per venerdì 23 alle 13 (ora italiana). 

“La bandiera dell'Ue deve essere mostrata alla cerimonia di apertura di Tokyo 2020 come simbolo di convivenza pacifica, tolleranza e solidarietà. Valori che accomunano l'Unione europea e il movimento olimpico”, ha scritto ieri su Twitter il vicepresidente della Commissione, Margaritis Schinas. Il politico di nazionalità greca, responsabile anche per la promozione dello stile di vita europeo, ha pubblicato la lettera co-firmata da Janez Jansa, premier sloveno e presiedente di turno del Consiglio Ue. Il drappo blu stellato, secondo i due rappresentanti dell’Unione, dovrebbe sventolare proprio durante la sfilata di presentazione della delegazione slovena alle Olimpiadi in Giappone.

Non è la prima volta che Bruxelles prova a portare il suo vessillo ai Giochi olimpici. Nel 2004, l'allora presidente della Commissione europea, Romano Prodi, si rivolse direttamente agli atleti degli Stati membri e chiese loro di esporre la bandiera dell'Ue assieme a quella del proprio Paese durante le Olimpiadi di Pechino del 2008.

“Fin dalla loro creazione nell'antica Grecia e dalla loro rinascita nei tempi moderni, i Giochi Olimpici hanno promosso per secoli la pace e l’unità”, si legge nella lettera inviata a Bach. “Sono un potente simbolo di convivenza pacifica, tolleranza e valori di solidarietà che sono alla base dell'Unione europea”, hanno scritto i due rappresentanti Ue al presidente del Cio. “Lo stesso sport - hanno ricordato - è riconosciuto nel Trattato dell'Unione europea, soprattutto per la sua funzione sociale ed educativa e l'Ue ha ora programmi specifici per promuoverlo tra i giovani”.

“Riteniamo - hanno concluso Schinas e Jansa - che l'Unione europea e il Comitato olimpico internazionale siano in una posizione unica per promuovere la pace e la comprensione nel momento in cui il mondo ne ha più bisogno”. Di qui la richiesta di sventolare la bandiera blu a Tokyo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruxelles vuole che la bandiera dell’Unione europea sventoli alle Olimpiadi di Tokyo

Today è in caricamento