Riforma del copyright, il M5s prova a bloccare il voto al Parlamento europeo

La deputata pentastellata Adinolfi ha chiesto formalmente di riaprire le discussioni sul testo, fortemente contestato dal Movimento, dai piccoli editori e, tra gli altri big, da Wikipedia. Se la domanda non passerà, giovedì 5 luglio la normativa potrebbe ricevere l'ok di Strasburgo

Cresce la protesta contro la riforma del diritto d'autore proposta dalla Commissione europea. Oggi, Wikipedia ha oscurato il proprio sito lanciando una sorta di "call bombing" rivolta agli eurodeputati che, giovedì 5 luglio a Strasburgo, dovranno dare l'ok (quasi) definitivo al testo. Un via libera che il Movimento 5 stelle sta provando a bloccare in tutti i modi, anche chiedendo di rinviare il voto del Parlamento europeo. 

La protesta di Wikipedia

"Il gruppo Efdd (di cui fanno parte il M5s e l'Ukip di Nigel Farage, ndr) ha presentato istanza di voto in plenaria sulla direttiva copyright - fa sapere la parlamentare Isabella Adinolfi - Grazie a questa richiesta il Parlamento europeo giovedì 5 luglio dovrà decidere se riaprire il dibattito e concedere dunque la possibilità di presentare emendamenti come da noi auspicato. Il testo approvato dalla Commissione giuridica pone a serio rischio la libertà di espressione sulla rete. Internet deve essere il luogo libero e aperto, così come lo abbiamo conosciuto fino ad ora”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Esprimiamo solidarietà a Wikipedia - ha aggiunto Adinolfi - che per protesta contro la direttiva ha deciso di oscurare le proprie pagine. Mi auguro che nel corso di questo voto gli europarlamentari desistano dalla volontà di approvare un testo che presenta troppi aspetti problematici. Si tratta di un argomento troppo importante per non procedere ad un dibattito democratico in aula e avere la possibilità di presentare degli emendamenti. Mi batterò fino alla fine perché ciò accada, a cominciare dal voto di giovedì che è fondamentale”, conclude Adinolfi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il film sui migranti di Rocco Siffredi vince l'Oscar del porno di Berlino

  • Erdogan in mutande su Charlie Hebdo, la rabbia del presidente turco: "Canaglie immorali"

  • Erdogan su Macron: "Ha problemi mentali". Conte col presidente francese: "Parole inaccettabili"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • Cucina in Olanda, tavoli in Germania: così il ristorante aggira il lockdown

  • Pace fatta nella famiglia reale belga, il re incontra la figlia che non voleva riconoscere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento