Dati cancellati dal telefono da von der Leyen. Verdi la denunciano: soppresse prove

Una commissione d'inchiesta parlamentare tedesca sta indagando sue presunte irregolarità nell'assegnazione di appalti della Difesa quando l'attuale presidente della Commissione era ministro

Il deputato dei Verdi tedeschi Tobias Lindner ha presentato una denuncia penale per la vicenda dei dati cancellati dal telefono cellulare usato da Ursula von der Leyen, quando l'attuale presidente della Commissione europea ricopriva il ruolo di ministro della Difesa in Germania.

"Soppressione di prove"

Secondo la denuncia presentata da Lindner, la cancellazione dei dati solleva il sospetto di una deliberata soppressione di prove. La vicenda della cancellazione dei dati dal cellulare è emersa durante un'audizione a porte chiuse della commissione parlamentare tedesca che sta indagando sulle presunte irregolarità nell'assegnazione di appalti della Difesa a consulenti e aziende privati, quando la Von del Leyen guidava il ministero. I dati contenuti sul telefono cellulare dell'allora ministro avrebbero dovuto essere acquisiti dalla commissione parlamentare nell'ambito della sua indagine. La richiesta risale allo scorso febbraio.

"Un incidente"

Un portavoce del ministero ha affermato che i dati (che comprendono Sms e tracce di ulteriori comunicazioni che stando alla denuncia potrebbero essere "rilevanti" per il lavoro della Commissione) sono stati cancellati ad agosto a causa di un "incidente di sicurezza", spiegando che a von der Leyen era stato consegnato un nuovo telefono cellulare. Nella denuncia contro ignoti presentata da Lindner alle autorità giudiziarie, il deputato dell'opposizione sostiene che la cancellazione dei dati ha "compromesso la raccolta di prove" da parte della commissione del Bundestag, "danneggiando gravemente" l'indagine che punta a verificare se siano stati commessi degli illeciti e ha parlato di “scandalo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'importanza degli Sms spariti

Come afferma il settimanale tedesco Der Spiegel, "è noto che sia Von der Leyen che tutte le altre figure-chiave nell'affare dei contratti di consulenza distribuite in modo non conforme alla legge comunicavano le loro disposizioni via Sms". A cominciare dall'ex segretaria di Stato del ministero, Katrin Suder, "considerata una maniacale scrittrice di Sms". Secondo il paragrafo 274 del codice penale tedesco "è perseguibile chi abbia cancellato, fatto sparire o reso inintellegibili" dati che possono rappresentare materiale di prova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento