"La violenza sulle donne sia inserita nei Trattati Ue"

L'appello del gruppo dei Socialisti e Democratici ai Paesi membri: "In questo modo avremo una base giuridica per redigere una direttiva europea sulla prevenzione e la lotta"

La violenza contro le donne sia inserita nella lista dei reati gravi transnazionali previsti dall'articolo 83 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea. E' quanto chiede il gruppo dei Socialisti e Democratici al Consiglio Ue, l'organo che riunisce i governi dei Paesi membri, nel giorno della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

“Possiamo sostenere e proteggere le donne solo se preveniamo questa violenza adottando una politica di tolleranza zero - dice Maria Noichl, coordinatrice S&D nella commissione parlamentare per i Diritti delle donne e l'uguaglianza di genere - Questo è il motivo per cui dobbiamo urgentemente adottare una strategia europea per prevenire e combattere la violenza contro le donne e riconoscere tale violenza come un crimine grave transnazionale all'interno del Trattato. Ciò è necessario al fine di disporre della base giuridica per redigere una direttiva Ue che ci consenta di rendere responsabili gli Stati membri. Le donne devono essere protette allo stesso modo in tutta l'Ue", aggiunge.

Che si tratti di un problema comune a tutta l'Ue lo dicono i dati sui femminicidi. A metà novembre 2019, 94 donne erano state uccise in Italia, 134 in Francia. In Germania, ogni 3 giorni, una donne è vittima di femminicidio per mano del suo partner o del suo ex. E da quando la Spagna ha iniziato a contare ufficialmente le vittime nel 2003, l'elenco ha superato le 1000 donne. "Questa è solo la punta dell'iceberg, poiché essere vittima di un omicidio è solo la più grave delle forme di violenza contro le donne", dice sempre Noichl.

L'appello del gruppo S&D riguarda anche la ratifica della Convenzione di Istanbul, il testo del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica. A oggi, sette Stati membri dell'Ue non l'hanno ancora ratificata e questo sta rallentando l'iter per l'adozione a livello comunitario delle misure previste. "In molti casi, le donne vittime di violenza domestica e sessuale non ricevono ancora aiuto sufficiente, le loro testimonianze vengono contestate e le azioni degli autori vengono giustificate, questo deve cambiare", dice sempre il gruppo S&D.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'elenco delle richieste, c'è anche quello di avere da parte degli Stati membri Ue dei dati precisi e comparabili "al fine di sviluppare politiche efficaci e campagne di sensibilizzazione" nel quadro di "una strategia globale" che affronti anche "le molestie online e la violenza cibernetica". Una richiesta, quest'utlima, che i socialisti rivolgono direttamente alla Commissione europea. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa tra turisti e polizia, in Belgio accesso alle spiagge limitato ai residenti

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Omicidi e guerre tra narcotrafficanti: in Svezia e Olanda è emergenza criminalità

  • Casi in aumento ma ai ravers non importa: tekno party con 10mila persone

  • "Le mascherine riducono anche la gravità del coronavirus per chi le indossa"

  • I vegani ora hanno il loro partito che correrà alle elezioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento