"Questa non è una via" e "Corso Birra alla ciliegia": i nuovi folli nomi delle strade della Capitale Ue

Toponomastica stravagante e scelta dai cittadini per riqualificare un ex quartiere industriale caduto in degrado: cosi' Bruxelles riscopre l’anima surrealista che ispirò il pittore Magritte

Una immagine del contest

Non poteva mancare "Ceci n’est pas une rue" (questa non è una via), la strada in omaggio al quadro surrealista il Tradimento delle immagini, nella lista delle vie che Bruxelles ha deciso di rinominare nell’ex quartiere industriale Tour&Taxis. I nomi sono il frutto della fantasia dei cittadini, che, per contribuire con le loro idee alla riqualificazione dell’area abbandonata, sono stati invitati a mandare le loro proposte per dare un nome a 28 nuove strade, vicoli e piazze nella zona nord della Capitale del Belgio e dell'Europa. Dalla lunga lista degli oltre 1400 suggerimenti del pubblico, la giuria di amministratori ed esperti del patrimonio artistico ha scelto con criteri di originalità, dando una decisa svolta surrealista alla toponomastica cittadina.

Surrealismo tra birra e patatine

Il surrealismo è di casa nella capitale belga almeno dagli anni ’20 del secolo scorso, quando il pittore René Magritte, che visse per decenni a Bruxelles, pubblicò “Le parole e le immagini” in cui ribadiva il suo concetto artistico secondo cui “un oggetto non possiede il suo nome al punto che non si possa trovargliene un altro che gli si adatti meglio”. Tenendo a mente i consigli del celebre concittadino, perché allora non intitolare le vie della propria città alle pietanze più famose o alle bevande preferite che mettono d’accordo i palati di tutti i belgi, senza divisioni tra fiamminghi e valloni? Via delle Patate Fritte e Corso Birra alla Ciliegia faranno finalmente parte dello stradario di Bruxelles.  Ma anche Via delle Praline, in onore ai cioccolatini con la mandorla all’interno, e Via del Chicon, vero nome dell’indivia belga. 

Donne da ricordare

Il pubblico ha premiato anche le personalità femminili, spesso dimenticate nella scelta dei nomi delle vie. Alla regista belga Chantal Akermar, scomparsa nel 2015, sarà dedicata una strada, così come a Isala Van Diest, primo medico donna in Belgio, che dovette affrontare il sessismo dell’establishment scientifico di fine 1800. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal traffico merci agli eventi culturali

Nel quartiere di Tour&Taxis sorgeva un tempo una delle stazioni ferroviarie di trasporto merci più grandi d’Europa. Il labirinto di magazzini, controlli doganali e uffici postali entrò in crisi quando si diffusero i camion come principale mezzo di traffico merci. Anche l’unione doganale e il mercato unico europeo contribuirono a rendere obsoleto il sito si smistamento dei prodotti provenienti e destinati agli stati del continente. La rinascita del quartiere con nomi stravaganti e un fitto calendario di eventi culturali potrebbero ridare slancio all’area nord della capitale belga, nota finora per lo stato di abbandono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue "promuove" la Calabria sul Covid: unica regione verde in Italia e tra le poche in Europa

  • Il décolleté della premier divide la Finlandia: "Fa la modella invece di pensare al Covid"

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • Il villaggio di Babbo Natale è in crisi per colpa del Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento