Verdi Ue (ri)aprono al M5s: "Bene defezioni verso Lega, ma chiariscano loro ideologia"

Il co-presidente del Greens Lambert: "C'è ambiguità, alcuni hanno idee vicine alla nostra, altri trovano normale andare con Salvini"

Il Movimento Cinque Stelle deve "fare chiarezza", in modo da sapere "con chi abbiamo a che fare". Ma la porta dei Verdi "resta aperta". Lo sottolinea il co-presidente del gruppo dei Greens al Parlamento europeo, Philippe Lamberts, a margine della plenaria a Strasburgo.

Dialogo in corso

I Verdi e i Cinquestelle stanno dialogando dallo scorso settembre in vista di una eventuale confluenza dei secondi, che sono tuttora nei Non Iscritti, nel gruppo dei primi. I Verdi, spiega Lamberts, ancora non hanno capito esattamente qual è la vera natura dei Cinquestelle, viste le posizioni differenziate che esistono all'interno del Movimento, che sfugge alle definizioni 'classiche' della politica. "Quello che ho intenzione di fare è approfondire la collaborazione concreta con i Cinquestelle: voglio mettere in piedi una conferenza l'anno prossimo sui temi economici e conto di coinvolgere dei deputati dei Cinquestelle, che sono i benvenuti", continua Lamberts secondo cui bisognerà capire "se questo può preparare il terreno ad una maggiore collaborazione".

Troppe ambiguità

Ma "qualcosa deve succedere in Italia: serve un chiarimento su che cosa diventa il Movimento Cinque Stelle. Ci sono dei senatori Cinquestelle che considerano del tutto normale andare con Salvini: ciò mostra bene l'ambiguità" del Movimento. Nei Cinquestelle, continua Lamberts, "ci sono delle persone estremamente vicine ai Verdi e poi ci sono delle persone che sono lontane anni luce da noi. È questo chiarimento che ci serve", Ma i Cinquestelle dicono che potrebbero rivolgersi alla sinistra della Gue/Ngl: "Hanno il diritto di parlare con chi vogliono ma sanno quali sono i problemi. Si tratta di problemi superabili o insormontabili? Io non lo so, sta a loro vedere", sostiene il copresidente del gruppo ecologista.

Basta populismo

Per esempio, continua Lamberts, aiuterebbe se il Movimento Cinque Stelle decidesse "di abbandonare un atteggiamento populista e favorevole alle dittature: ci sono elementi dei Cinquestelle che parlano di Xi Jinping e di Vladimir Putin. Mi dispiace, ma si tratta di dittatori. Su questo non siamo sulle stesse posizioni". "Ma - dice ancora - se la chiarezza passa per il fatto che quella gente lì lascia il Movimento e va da Salvini, come i tre senatori, e il resto adotta una linea di giustizia sociale, linea che è molto forte tra i Cinquestelle, di sostenibilità ambientale e di approfondimento della democrazia, anche nel senso di una democrazia più partecipativa, allora su questi temi ci possiamo ritrovare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Critiche a Rousseau

Tuttavia, precisa, "questo presuppone anche che il Movimento stesso accolga le istanze democratiche, perché per me avere un sistema come Rousseau non è una garanzia istituzionale sufficiente. Va bene consultare i militanti, ma è ancora più importante avere strutture decisionali democratiche e collegiali. Chi decide le domande che vengono poste tramite Rousseau?", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Olanda dice no all'obbligo della mascherina: "Inducono un falso senso di sicurezza"

  • Covid, Bruxelles verso il coprifuoco. E i giostrai protestano

  • "Telelavoro fino al 2021", la Svezia punta sullo smart working

  • "Giustizia per Chico Forti", FdI chiede all'Ue di attivarsi per l'italiano detenuto negli Usa da 20 anni

  • L'Olanda gli nega l'asilo, siriano 14enne si suicida

  • Bce: il turismo italiano il più colpito in Ue, crollo delle assunzioni del 77,9%

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento