Venezuela, il Parlamento Ue premia l'Opposizione democratica. Ma la sinistra contesta la scelta

Agli avversari di Maduro il Premio Sakharov per la libertà di pensiero. Tajani: “Appello per una transizione pacifica verso la democrazia e per un corridoio umanitario”

Protesta contro Maduro in Venezuela EPA/NATHALIE SAYAGO

Il Parlamento Ue ha assegnato il Premio Sakharov per la libertà di pensiero all'Opposizione democratica in Venezuela. Una scelta sostenuta dai gruppi di centrodestra (popolari e liberali) e fortemente contestata dalla sinistra europea, che in aula a Strasburgo ha più volte interrotto il presidente Antonio Tajani durante l'annuncio del premio. 

Tajani ha difeso la scelta dell'Eurocamera: "Non ha colore politico". Ma a quel punto alcuni deputati del gruppo della Sinistra unitaria (Gue) hanno cominciato a ridere rumorosamente. La replica di Tajani è stata dura: "Non c'è nulla da ridere di fronte a milioni di persone e bambini che muoiono di fame, non c'è nulla da ridere quando si tratta di diritti umani". In democrazia, ha continua, “vanno rispettate le decisioni della maggioranza”.

Il discorso di Tajani 

Il Parlamento europeo vuole esprimere "totale sostegno totale all'Assemblea Nazionale del Venezuela, l'unico parlamento eletto democraticamente," e lanciare "un appello per una transizione pacifica verso la democrazia e per un corridoio umanitario", ha detto Tajani. "Il Parlamento europeo è da sempre in prima linea per difendere e promuovere la libertà, la democrazia e gli altri diritti umani, dentro e fuori i nostri confini", ha spiegato il presidente: "Oggi abbiamo il dovere di denunciare, ancora una volta, l'inaccettabile situazione del Venezuela”.  
Nel suo intervento, Tajani ha denunciato la "dittatura" del presidente Nicolas Maduro che "ha privato i cittadini venezuelani dei loro diritti fondamentali, facendo precipitare il paese in una spirale di crisi economica, sociale, istituzionale e umanitaria". Secondo il presidente dell'Europarlamento, il regime "tiene in ostaggio milioni di uomini e donne calpestando ogni giorno la loro dignità". 

L'attribuzione del Premio Sakharov all'Opposizione democratica in Venezuela è anche un modo per "manifestare la vicinanza e rendere omaggio a tutto il popolo venezuelano: a coloro che sono stati imprigionati ingiustamente per aver espresso la propria opinione, a chi quotidianamente lotta per sopravvivere a un regime brutale, e alle famiglie in lutto per la perdita dei propri cari durante mesi di ininterrotta pacifica protesta per la libertà", secondo Tajani. 

La cerimonia di consegna del premio Sakharov si terrà il 13 dicembre durante la plenaria del Parlamento europeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commozione e rabbia per il suicidio di Alysson in Belgio: "È il simbolo dei dimenticati della crisi"

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

Torna su
EuropaToday è in caricamento