rotate-mobile
Domenica, 7 Agosto 2022
L'annuncio di Lavrov / Russia

La Russia: "Pronti a scambio di detenuti con gli Usa"

Mosca sarebbe pronta a liberare la giocatrice di basket Griner e l'ex marine Whelan in cambio del rilascio di un trafficante di armi e di un condannato per omicidio

La Russia è pronta a discutere di uno scambio di prigionieri con gli Usa che coinvolge anche la giocatrice di basket americana Brittney Griner. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Serghei Lavrov. "Siamo pronti a discutere di questo argomento, ma soltanto con il canale di comunicazione che è stato deciso dai presidenti” Vladimir Putin e Joe Biden, ha affermato Lavrov in una conferenza stampa in Cambogia, dove è in corso l'East Asia Summit. "Se gli americani decidono di ricorrere ancora una volta alla diplomazia pubblica..., sono affari loro e direi anche che è un loro problema", ha avvertito. Il Cremlino aveva precedentemente messo in guardia gli Stati Uniti dal ricorrere alla "diplomazia del megafono" nel caso della Griner, che proprio ieri è stata condannata a nove anni di carcere per un reato di droga, affermando che avrebbe potuto solo far deragliare gli sforzi per garantire un potenziale scambio.

Come riporta la Reuters la sentenza di Griner, che Biden ha definito "inaccettabile", potrebbe aprire la strada a uno scambio di prigionieri che includerebbe l'atleta 31enne e un trafficante d'armi russo che sta scontando una pena detentiva di 25 anni negli Usa. Washington ha già fatto quella che il Segretario di Stato Antony Blinken ha definito "un'offerta sostanziale" per garantire il rilascio degli americani detenuti in Russia, tra cui Griner e l'ex marine Paul Whelan. Il portavoce per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ha dichiarato dopo la sentenza di Griner che gli Stati Uniti hanno fatto alla Russia una proposta seria. Secondo quanto spiegato da fonti all'agenzia Washington avrebbe offerto di scambiare il trafficante d'armi russo Bout con Griner e Whelan, ma Mosca avrebbe cercato di aggiungere anche il condannato per omicidio Vadim Krasikov, imprigionato in Germania.

La Griner, due volte medaglia d'oro olimpica e stella della Women's National Basketball Association (Wnba), è stata arrestata il 17 febbraio a Sheremetyevo di Mosca con cartucce da svapo contenenti olio di hashish nel bagaglio. Gli Stati Uniti hanno sostenuto che la ragazza è stata detenuta ingiustamente e che è stata usata come merce di scambio politico da Mosca. I funzionari russi hanno respinto le affermazioni degli Stati Uniti, affermando che Griner aveva violato la legge russa e doveva essere giudicata di conseguenza. Griner, a cui era stata prescritta cannabis terapeutica negli Stati Uniti per alleviare il dolore di lesioni croniche, ha detto di aver commesso un errore onesto mettendo inavvertitamente in valigia le sue cartucce di vape mentre si affrettava a prendere il volo. Si è dichiarata colpevole delle accuse a suo carico, ma ha insistito sul fatto che non intendeva infrangere la legge russa. La cannabis è illegale in Russia sia per scopi terapeutici che ricreativi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Russia: "Pronti a scambio di detenuti con gli Usa"

Today è in caricamento