rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità

“Voglio l’unificazione tra Albania e Kosovo”: il premier Rama fa arrabbiare i serbi

Ma la volontà di Tirana di unirsi a Pristina emerge anche dai sondaggi: l’80% degli albanesi vuole lo Stato unico. E tra i due Paesi è già scomparso il confine

Il primo ministro albanese Edi Rama ha detto che voterebbe a favore dell'unificazione tra l’Albania e il Kosovo in caso di un futuro referendum sulla questione. Il premier diventato famoso anche in Italia per il sostegno offerto al Belpaese durante le settimane più buie della crisi del Covid-19, ha apertamente sostenuto il suo appoggio alla fusione tra i due Stati a maggioranza musulmana durante un vertice bilaterale tra l’Albania e il Kosovo nella città di Elbasan.

Interrogato dai media su una possibile unificazione, Rama non solo ha chiarito che voterebbe a favore, ma si è detto anche convito che in futuro si terrà un referendum sull’eventuale unione tra i due Paesi. Il premier albanese si è però tenuto sul vago in merito alle modalità e ai tempi della consultazione sulla fusione. Il premier kosovaro Albin Kurti ha invece spiegato che un referendum fa parte di un lungo processo che va oltre il controllo del suo governo.

Le parole di Rama, come era ampiamente prevedibile, hanno generato la rabbia di Belgrado. Il governo serbo ha reagito direttamente alle dichiarazioni del premier albanese con una dichiarazione della prima ministra Ana Brnabic, secondo la quale la dichiarazione dell'omologo albanese rappresenta "un'altra pietra" che "minaccia le basi della stabilità e della sicurezza regionali".

Nonostante la contrarietà dei serbi, il sostegno all’unificazione da parte degli albanesi pare pressoché plebiscitario. Un sondaggio di Euronews ha infatti rilevato che l’80 per cento degli albanesi è favorevole all'unificazione tra i due Paesi. Una volontà tenuta in forte considerazione dai leader di Tirana e Pristina che, durante il vertice degli ultimi giorni, hanno preso importanti decisioni che vanno proprio nella direzione di un avvicinamento tra i due popoli.

Rama e Kurti hanno infatti deciso di rimuovere i confini fisici tra i due Paesi. I due leader hanno inoltre firmato diversi accordi al fine di allentare i controlli sulle merci che viaggiano tra Albania e Kosovo, rimuovere il controllo alle frontiere per i veicoli e rilasciare permessi di soggiorno e di lavoro quinquennali per i cittadini che desiderano trasferirsi da un Paese all’altro. I diplomi universitari, infine, saranno riconosciuti sia in Kosovo che in Albania, così come i contributi previdenziali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Voglio l’unificazione tra Albania e Kosovo”: il premier Rama fa arrabbiare i serbi

Today è in caricamento