rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Diritti civili / Ungheria

In Ungheria arrivano le segnalazioni anonime delle coppie omosessuali

La nuova legge permette di denunciare chi viola "il ruolo costituzionalmente riconosciuto del matrimonio e della famiglia". Ira del Parlamento europeo: "Stop ai fondi"

Una nuova legge ungherese consente a chiunque di denunciare anonimamente le coppie Lgbt che, con il loro comportamento, sono accusate di violare la Costituzione del Paese. La norma, subito finita nel mirino delle principali forze politiche del Parlamento europeo, paradossalmente è stata approvata per dare attuazione alla direttiva 1937 del 2019. Si tratta di un testo a tutela dei cosiddetti whistleblower, ovvero di coloro che informano su reati o comportamenti a danno dell'interesse pubblico svolgendo un ruolo fondamentale nella denuncia e nella prevenzione di tali violazioni e nella salvaguardia del benessere della società, come si legge nel testo della direttiva.

Ma il Parlamento ungherese ha scelto di applicare le nuove disposizioni Ue per "segnalare attività contrarie allo stile di vita ungherese e alla Costituzione, comprese le attività che violano il 'ruolo costituzionalmente riconosciuto del matrimonio e della famiglia'", si legge in una lettera inoltrata alla Commissione europea dai gruppi del Partito popolare europeo, Socialisti e democratici, Renew Europe, Verdi e Sinistra. "Riteniamo che queste disposizioni, una volta attuate, rappresentino una seria minaccia per i diritti delle persone Lgbtiq e per la libertà di espressione", si legge ancora.

I cinque gruppi politici dell'Europarlamento si sono inoltre detti "particolarmente preoccupati" per un altro progetto di legge "che limiterebbe drasticamente i diritti fondamentali degli insegnanti, la loro libertà di espressione, ridurrebbe eccessivamente la loro autonomia professionale e i loro diritti sul lavoro, compreso il diritto di sciopero". Quella che al momento è ancora una proposta riguarda, in particolare, lo status giuridico degli occupati nella pubblica istruzione. Nella pratica, a detta degli europarlamentari, "consentirebbe al datore di lavoro di monitorare quei dispositivi elettronici che gli insegnanti usano per insegnare, anche se il dispositivo non è fornito dal datore di lavoro. Ciò influenzerà gravemente non solo più di 100mila insegnanti, ma anche il diritto a un'istruzione di qualità di oltre 1,3 milioni di bambini", hanno aggiunto i gruppi politici.

L'Ue fa ricorso contro l'Ungheria per la legge anti-gay, l'Italia non c'è

A detta del presidente del gruppo Renew Europe, Stephane Sejourné, "non si devono più concedere finanziamenti Ue" al governo di Viktor Orban "finché non sarà ripristinato lo Stato di diritto". Il tema dei fondi Ue è già al centro dello scontro tra Budapest e Bruxelles, come dimostrato dalla sospensione dei 6,3 miliardi di euro di fondi Ue attesi dall'Ungheria ai quali si sommano i 5,8 miliardi del Pnrr di Budapest ancora congelati dalla Commissione europea. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Ungheria arrivano le segnalazioni anonime delle coppie omosessuali

Today è in caricamento