rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Ucraina

L'Ue pagherà le armi inviate dai Paesi membri all'Ucraina. Ed estende la sanzioni alla Bielorussia

Nel nuovo pacchetto di misure di Bruxelles anche la chiusura dello spazio aereo alle compagnie russe e lo stop a RT e Sputinik. Ancora sul tavolo la sospensione delle banche dal sistema Swift

C'è l'estensione delle sanzioni anche alla Bielorussia, che nelle prossime ore dovrebbe ospitare gli attesi negoziati tra le delegazioni di Ucraina e Russia. E c'è la chiusura dello spazio aereo Ue, già pre-annunciato dai diversi Paesi membri. Inoltre, verranno "spenti" due media considerati i bracci armati della propaganda del Cremlino, la tv di Stato RT e il sito Sputnik. Ma per il momento, nel pacchetto di nuove contromisure varato dall'Unione europea per fermare Vladimir Putin non c'è ancora la sanzione delle sanzioni, il blocco all'accesso delle banche russe al sistema di pagamenti internazionali Swift. 

Armi all'Ucraina, paga l'Ue

Forse, la novità maggiore emersa oggi a Bruxelles è che "per la prima volta in assoluto l'Unione europea finanzierà l'acquisto e la consegna di armi ed equipaggi a un Paese sotto attacco". Si tratta di una "svolta" secondo le parole della presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen. Il finanziamento, che dovrebbe ammontare a 450 milioni di euro (a cui aggiungere 50 milioni per equipaggiamenti non letali, come giubbotti antiproiettile) avverrà attraverso lo strumento dello European Peace Facility e coprirà anche l'acquisto di aerei, secondo quanto riferito dalla Commissione.  

La Bielorussia

Altra novità importante è l'allargamento delle sanzioni alla Bielorussia: "Il regime (del presidente bielorusso Alexander) Lukashenko è complice di questo feroce attacco contro l'Ucraina", ha detto von der Leyen. Per questo, "introdurremo misure restrittive" nei confronti dei settori economici più importanti di Minsk: "Ciò fermerà le loro esportazioni di prodotti dai combustibili minerali al tabacco, passando per legname, cemento, ferro e acciaio". Inoltre, "estenderemo anche alla Bielorussia le restrizioni all'esportazione che abbiamo introdotto sui beni a duplice uso per la Russia", ossia quei beni per uso civile che possono essere utilizzati anche per fini militari e che spesso aggirano le sanzioni all'export di armi. "Inoltre, sanzioneremo quei bielorussi che aiutano lo sforzo bellico russo", ha detto ancora von der Leyen.

Aerei e media

Altra sanzione importante, ma già largamente attesa viste le dichiarazioni dei vari governi europei, è la chiusura dell'intero spazio aereo dell'Ue ai voli delle compagnie russe: "Stiamo proponendo un divieto su tutti gli aeromobili di proprietà russa, registrati o controllati dalla Russia. Questi aerei non potranno più atterrare, decollare o sorvolare il territorio dell'Ue. Ciò si applicherà a qualsiasi aereo posseduto, noleggiato o altrimenti controllato da una persona fisica o giuridica russa". Tra gli aerei bloccati, ha tenuto a precisare von der Leyen, ci saranno anche "i jet privati ??degli oligarchi".

Infine, la Commissione ha proposto di vietare "nell'Ue la macchina dei media del Cremlino". Nello specifico i media RT e Sputnik, "di proprietà statale, così come le loro sussidiarie non saranno più in grado di diffondere le loro bugie per giustificare la guerra di Putin e di promuovere divisioni nella nostra Unione". Un modo "per vietare la loro disinformazione tossica e dannosa in Europa".

La sanzione delle sanzioni

Tutte queste misure, secondo la Commissione, dovrebbero venire approvate dai Paesi Ue nel pacchetto già presentato in precedenza e che prevede la "sanzione delle sanzioni", ossia la sospensione dell'accesso delle banche russa al sistema Swift. Von der Leyen ha precisato che si tratterà di "importanti banche", ma non ha specificato se sarà colpito tutto il sistema bancario russo. Nelle ore precedenti, da Kiev era arrivato l'appello ai partner a non lasciare scappatoie, ossia ad attuare tale misura a tutti gli istituti controllati in qualche modo da Mosca. L'Ue ha anche annunciato che bloccherà le transazioni con la banca centrale russa e congelerà i suoi asset all'estero.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ue pagherà le armi inviate dai Paesi membri all'Ucraina. Ed estende la sanzioni alla Bielorussia

Today è in caricamento