Dall'Ue 33 milioni per il Libano, domenica la conferenza dei donatori

La presidente della Commissione von der Leyen ha discusso con premier libanese Hassan Diab sul ruolo che può avere l'Europa nel processo di ricostruzione

Foto Ansa EPA/IBRAHIM DIRANI / DAR AL MUSSAWIR

Aveva promesso “assistenza e supporto” nel giorno della tragedia di Beirut, e ora l'Unione europea passa dalle parole ai fatti. La Commissione ha attivato il Meccanismo di protezione civile europeo, per l'invio di personale e attrezzature, e il programma di mappatura satellitare Copernicus, per aiutare a valutare l'entità dei danni.

Ora l'esecutivo comunitario sta mobilitando oltre 33 milioni di euro per le prime necessità di emergenza e valuterà ulteriori aiuti, ha spiegato la presidente dell'esecutivo comunitario, Ursula von der Leyen, dopo un colloquio con il premier libanese Hassan Diab. Nel corso della telefonata Von der Leyen ha "espresso le condoglianze e il sostegno dell'Unione europea al popolo libanese per la devastante catastrofe che ha colpito la città di Beirut e tutto il paese", si legge in una nota, e ha "discusso del sostegno a lungo termine che l'Ue può fornire per sostenere il processo di ricostruzione del paese".

Per domenica è poi prevista la videoconferenza dei donatori organizzata dalla Francia per sostenere il Libano dopo le devastanti esplosioni del 4 agosto hanno causato almeno 154 morti, oltre 5mila feriti e centinaia di migliaia di sfollati. Secondo quanto annunciato dal portavoce della Commissione Ue, Eric Mamer, l'Ue sarà rappresentata dal presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, che domani sarà in visita in Libano, e dal Commissario europeo per la gestione delle crisi, Janez Lenarcic.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

  • "In Cina già 1 milione di persone vaccinate dal Covid". Ma il farmaco è ancora in fase sperimentale

Torna su
EuropaToday è in caricamento