Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità

L’Ue ‘investe’ 5 miliardi in salute e prevenzione: cosa sapere sul nuovo piano EU4Health

Bruxelles mira a rendere permanente il coordinamento tra sistemi sanitari richiesto dai Paesi nella fase più acuta della pandemia. Dalle forniture mediche alla raccolta di dati: ecco come l'Unione mira a prevenire le minacce future

Consiglio e Parlamento europeo hanno dato il via libera al programma EU4Health (Ue per la Salute) per dare sostegno ai sistemi sanitari nazionali e favorire un approccio coordinato tra i Paesi Ue, specialmente nella lotta alle minacce transfrontaliere come la pandemia di Covid-19. Con un bilancio di 5,1 miliardi di euro per il periodo 2021-2027, il nuovo programma fornisce una prima base per l'azione dell'Unione in campo sanitario, materia sulla quale Bruxelles non avrebbe competenze secondo i Trattati. Ciononostante, i Governi hanno invocato a più riprese l’azione coordinatrice dell’Ue nella crisi attuale. Motivi che hanno spinto le istituzioni Ue a mettere in piedi il nuovo programma.

Gli obiettivi

Si partirà con la creazione di una nuova Autorità europea per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie con l’obiettivo di sostenere una migliore risposta a livello Ue alle minacce sanitarie transfrontaliere. Il programma sosterrà campagne di comunicazione per garantire la prevenzione delle malattie, promuovere uno stile di vita sano e contrastare la pericolosa disinformazione in campo medico.

L’Ue intende anche aumentare l'uso di strumenti e servizi digitali nel settore sanitario, anche contribuendo alla creazione di uno spazio europeo dei dati sulla salute. Per fare ciò sarà necessario aumentare la cooperazione transfrontaliera, a partire dalle reti di riferimento europee per lo scambio dati. Si promuove anche l’impegno globale a tutela della salute e le iniziative sanitarie da parte di enti internazionali come l'Organizzazione mondiale della sanità.

Il 20% del bilancio totale sarà riservato alla promozione della salute e alla prevenzione delle malattie affrontando i rischi per la salute come l'uso dannoso di alcol e tabacco.

Attrezzare i sistemi sanitari

Altro obiettivo del programma è quello di sostenere lo stoccaggio nazionale di prodotti essenziali per fronteggiare le crisi. Un’azione, quest’ultima, che dovrebbe portare a risultati in sinergia con altri strumenti, programmi e fondi Ue, a partire da RescEU. Il neonato programma EU4Health sosterrà anche la mobilitazione del personale medico, sanitario e di supporto nelle aree di crisi. In poche parole si mira a rendere permanente l’azione messa in campo da Bruxelles e dagli Stati per dare una mano ai Paesi più in difficoltà durante la fase più acuta della crisi pandemica.

Governance e programma annuale

L'accordo raggiunto tra le due istituzioni Ue garantisce che il programma affronterà anche questioni di salute pubblica a lungo termine come la prevenzione e il trattamento delle malattie trasmissibili e non trasmissibili, a partire da tumori e salute mentale. L'accordo prevede anche un forte meccanismo di governance e un processo decisionale efficace. A tal fine viene istituito un gruppo direttivo EU4Health composto da rappresentanti degli Stati membri e della Commissione. Il gruppo sarà consultato sui programmi di lavoro annuali e ne monitorerà l’attuazione. 

"Investire in salute"

Dopo l'accordo, il relatore del testo all’Eurocamera Cristian-Silviu Busoi ha dichiarato: “La crisi del Covid-19 ha evidenziato la necessità di strumenti sanitari ben definiti e adeguatamente finanziati. Dobbiamo anche promuovere l'innovazione e investire di più nella salute in generale. È stato fondamentale aumentare i finanziamenti per il programma EU4Health da 1,7 miliardi di euro a 5,1 miliardi di euro per poter affrontare future pandemie e minacce per la salute e per rendere i nostri sistemi sanitari più resilienti. Sono anche felice che questo accordo contribuirà alla creazione di una riserva di prodotti rilevanti per le crisi sanitarie, come medicinali essenziali, vaccini e dispositivi medici”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Ue ‘investe’ 5 miliardi in salute e prevenzione: cosa sapere sul nuovo piano EU4Health

Today è in caricamento