menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen in visita allo stabilimento della Pfizer a Puurs in Belgio

La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen in visita allo stabilimento della Pfizer a Puurs in Belgio

L'Ue "farmacia del mondo": ha prodotto 300 milioni di vaccini e metà li ha esportati

Lo ha detto la presidente della Commissione europea, che ha anche annunciato l'accordo con Pfizer per l'acquisto di 1,8 miliardi di dosi per il 2022-2023: "Così vaccineremo anche bambini e adolescenti"

"Siamo la farmacia del mondo" e "da dicembre a oggi abbiamo esportato 155 milioni di dosi verso 87 Paesi", ovvero "la stessa quantità di dosi consegnate ai cittadini Ue", che sono circa 150 milioni. Una 'generosità' di cui l'Europa deve essere orgogliosa perché "nessuno sarà al sicuro finché non saremo tutti al sicuro". E che non dovrebbe compromettere il target di somministrazioni fissato per l'estate: "Sono convinta che riusciremo a vaccinare il 70% della popolazione Ue adulta entro luglio". Cifre e dichiarazioni della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, che ha parlato con i cronisti a margine della visita allo stabilimento di Pfizer a Puurs, in Belgio.

Proprio il vaccino del duo Pfizer-BioNTech sembra essere ormai la chiave di volta per la battaglia Ue contro il Covid, dopo il passo falso di Astrazeneca e i problemi con il vaccino di Johnson&Johnson.  "All'inizio della nostra campagna di vaccinazione abbiamo avuto qualche difficoltà, ma grazie al nostro ampio portafoglio di vaccini, nonché a fornitori stabili e affidabili, siamo stati in grado di invertire la tendenza", ha detto la presidente della Commissione, che ha anche confermato che è ormai a un passo la firma per un maxi-appalto alla casa farmaceutica statunitense per la fornitura di 1,8 miliardi di vaccini per il periodo 2022-2023.

"In questo modo assicureremo le dosi necessarie per aumentare l'immunità contro il virus, contro le varianti e per vaccinare bambini e adolescenti", ha assicurato von der Leyen. Anche per questo, l'impianto di Puurs ha chiesto e ottenuto dall'Ema il via libera all'ampliamento del 20% della sua capacità produttiva, "il che lo renderà uno dei più grandi al mondo per la produzione dei vaccini contro il Covid", ha concluso la presidente della Commissione Ue. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento