rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Giustizia

Bruxelles contro l'abolizione del reato di abuso d'ufficio

La Commissione europea: "Impatto sull'efficacia della lotta alla corruzione"

La cancellazione del reato di abuso di ufficio prevista dal cosiddetto ddl Nordio presentato dal governo italiano "depenalizza un'importante forma di corruzione e può avere un impatto sull'efficacia della lotta alla corruzione". Lo ha detto il portavoce della Commissione Ue Christian Wigand.

"Sebbene sia troppo presto per un commento posso dire che lotta alla corruzione è una massima priorità per la Commissione", ha premesso il portavoce. "Abbiamo adottato un pacchetto ad hoc lo scorso maggio - ha aggiunto - Siamo a conoscenza della bozza di legge in Italia e degli emendamenti" sull'abuso di ufficio. "Come è stato spiegato nel luglio scorso nell'ultimo report sullo stato di diritto, questa proposta depenalizza un'importante forma di corruzione e può avere un impatto sull'efficacia della lotta alla corruzione", è il monito di Bruxelles.

Parole che hanno subito fatto scattare le reazioni della politica italiana."Quella della Commissione Ue a proposito della depenalizzazione dell'abuso d'ufficio è l'ennesima intromissione in vicende che riguardano solo l'Italia e gli italiani", attacca la Lega. Di tutt'altro avviso il Pd: "Dopo le parole del presidente dell'Anac di ieri, oggi è la Commissione europea a spiegare con chiarezza che l'abolizione del reato di abuso di ufficio rischia di avere conseguenze negative sulla lotta alla corruzione. Le parole del portavoce dell'esecutivo comunitario Christian Wigand non lasciano spazio a dubbi: depenalizzare l'abuso d'ufficio è un duro colpo nel contrasto ai reati contro la pubblica amministrazione", dice la senatrice dem Enza Rando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruxelles contro l'abolizione del reato di abuso d'ufficio

Today è in caricamento