rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
La risposta / Regno Unito

La rifugiata scappata con l'uomo che l'aveva accolta: "Non sono una sfascia famiglie"

La giovane ucraina criticata dalla sua stessa famiglia accusa la moglie di lui: "Ha una doppia faccia, con la sua gelosia ci ha spinti l'una verso l'altro. Ma io non volevo fare del male a nessuno"

“Io non sono una sfascia famiglie, non ho mai pensato o progettato di portare via quell'uomo da sua moglie", anzi è la ex del suo attuale compagno che ha le sue colpe per quanto accaduto, oltre che “una doppia faccia”. Non ci sta a ricevere le critiche di chi, dice, le scrive per dirle di essere una “persona orribile” la rifugiata ucraina 22enne Sofiia Karkadym di Leopoli, che si è innamorata dell'uomo che l'ha accolta in casa a Bradford, in Inghilterra, il 29enne Tony Garnett il quale, innamorato di lei a sua volta, dopo solo dieci giorni dal loro incontro ha lasciato moglie e figli per scappare con la giovane.

"Non mi è mai passato per la testa di rovinare quella famiglia, mi piaceva. Ho passato molto tempo con Lorna”, la moglie di Tony e “ho cercato di aiutarla. Ma lei aveva due facce”, ha detto in uno sfogo al tabloid The Sun, che per primo ha raccontato la loro storia, che ora ha fatto il giro del mondo. “I suoi continui sospetti, la tensione, hanno semplicemente spinto me e Tony più vicini. Ha creato questa situazione dicendo costantemente che stava succedendo qualcosa, ma non era così. La colpa è sua", ha detto riferendosi a Lorna. La giovane rifugiata ucraina ha sostenuto che la relazione tra la coppia che l'ha accolta era già in crisi prima del suo arrivo. "E' stata una mia decisione di andarmene dalla loro casa e quando l'ho fatto Tony ha scelto di venire con me". Quando la notizia è finita sui tabloid, Sofiia è stata travolta dalle critiche.

Qualcuno ha detto che per colpa sua le famiglie inglesi ora non vorranno più ospitare i rifugiati e persino la sua famiglia l'ha rinnegata. “I miei genitori hanno detto che si vergognano e che non possono nemmeno uscire di casa a causa mia". "Dicono che a causa mia nessuno nel Regno Unito accetterà gli ucraini. Ora ogni famiglia penserà: 'Non posso accogliere una rifugiata perché mi porterà via mio marito'”, ha continuato assicurando: “Non potete capire cosa provo: ora mi scrivono che sono una persona orribile, che ho fatto una cosa negativa per il mio Paese. Ma non c'è nulla di vero".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rifugiata scappata con l'uomo che l'aveva accolta: "Non sono una sfascia famiglie"

Today è in caricamento