rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Il caso / Ucraina

Le munizioni non arrivano: l'Ucraina "furiosa" con l'Ue

Il ministro Kuleba ai colleghi europei: "Non ci sono scorciatoie per la pace"

Il piano europeo per l'acquisto congiunto di armi e munizioni per l'Ucraina è ancora fermo al palo. E Kiev comincia a far filtrare tutta la sua frustrazione in un momento in cui l'avanzata del suo esercito nell'est del Paese comincia a segnare preoccupanti battute d'arresto, con la strategica città di Bakmut che rischia di capitolare sotto il fuoco russo. Nel corso di un collegamento con i colleghi dell'Ue riuniti al Consiglio Affari esteri a Bruxelles, il ministro ucraino Dmytro Kuleba è stato descritto da alcune fonti come "furioso".

"Kuleba ha usato parole molto forti nel corso del suo intervento al Consiglio Esteri Ue, era furioso", ha rivelato una fonte bene informata. Kuleba si è lamentato per "la bassa quantità di munizioni" ricevute sinora, nonché per la mancanza di missili a lungo raggio, definiti cruciali per poter procedere con la controffensiva e colpire le scorte di munizioni russe, che a oggi sarebbero superiori a quelle di cui dispone l'esercito di Kiev.

A bloccare l'azione di sostegno dell'Ue sarebbe la Francia. Il problema di fondo è che l'industria bellica europea non ha raggiunto ancora un ritmo di produzione tale da consentire un invio rapido delle munizioni richieste dall'Ucraina. La soluzione alternativa sarebbe quella di usare i fondi comuni europei per fare acquisti congiunti in Paesi terzi alleati, ma Parigi vuole dare priorità alle imprese di casa. 

Parlando con i giornalisti, Kuleba ha usato toni più diplomatici, ma non troppo: "Oggi al Consiglio Affari esteri ho ringraziato i partner dell'Ue per tutta l'assistenza alla difesa già fornita - ha detto - Li ho anche esortati ad adottare al più presto nuove decisioni necessarie. Non ci sono scorciatoie per la pace a meno che l'esercito russo non venga sconfitto. Verrà il tempo dei guanti diplomatici bianchi, ma prima dobbiamo fornire abbastanza munizioni per le mani stanche e unte dei nostri artiglieri", ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le munizioni non arrivano: l'Ucraina "furiosa" con l'Ue

Today è in caricamento