In Europa troppi No vax, Londra consiglia ai britannici di vaccinarsi prima delle vacanze

Nel Paese 291 casi di morbillo nel primo trimestre dell'anno, “molti casi importati da altri Stati”. La responsabile per l'immunizzazione: “Attenzione è una malattia che può ancora uccidere”

Foto Ansa EPA/LUKAS BARTH-TUTTAS

Con la diffusione delle idee no vax sono sempre più le famiglie che in Europa decidono di non vaccinare i propri figli. E così la Public Health England, l'agenzia britannica che si occupa della sanità pubblica, ha dato vita a un'iniziativa, insieme ad alcune agenzie di viaggio, per spingere i cittadini del Regno Unito a vaccinarsi contro il morbillo prima di recarsi nel continente per l'estate.

Francesi i più scettici

L'agenzia ha sottolineato che questa malattia rimane endemica in molti paesi dell'Ue, con la Francia, una delle destinazioni più gettonate dai turisti britannici, che ha tra i più alti tassi di infezione, insieme a Lituania, Polonia, Romania, Bulgaria e Germania, secondo quanto riferito dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie. La Francia è il Paese con il più basso livello di fiducia nei vaccini a livello globale: un terzo delle persone non è d'accordo sul fatto che i siano sicuri. I dati, sottolinea l'agenzia in una nota, hanno “dimostrato che il morbillo rimane una minaccia per la popolazione del Regno Unito, con 231 casi confermati in Inghilterra nel primo trimestre del 2019”, e molti di questi “sono legati alle importazioni dall'Europa”.

Vaccinarsi prima di partire

"Il morbillo può uccidere ed è incredibilmente facile da contrarre, soprattutto se non si è vaccinati e si viaggia nei paesi colpiti", ha spiegato Mary Ramsay, responsabile dell'immunizzazione al PHE. "Prima di partire dovresti assicurarti che tu e la tua famiglia siate aggiornati con tutti i vaccini e attualmente raccomandati nel Regno Unito”, cioè morbillo, parotite e rosolia ha aggiunto. “I viaggiatori solitamente non pensano ai requisiti di vaccinazione per i viaggi in Europa, ma incoraggiamo tutti a controllare i loro registri sanitari e recuperare le vaccinazioni mancate ovunque si rechino”, ha dichiarato Nikki White, dell'Associazione degli agenti di viaggio britannici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco gli aerei più pericolosi da non prendere, l'Ue pubblica la 'lista nera'

  • Finlandia, la nuova premier ha 34 anni e due mamme

  • Auto elettriche, 7 Paesi Ue finanziano l'industria delle batterie. C'è anche l'Italia

  • La Disneyland svedese? È un mega centro commerciale (con un reality show)

  • Rivolta nel partito di Farage: “Per attuare la Brexit bisogna votare Johnson”

  • “Stop ai barconi, porteremo 50mila migranti in Europa con i corridoi umanitari”

Torna su
EuropaToday è in caricamento