Non ha abbastanza soldi, in Belgio turista serba portata in centro per immigrati con il figlio

Espulsa dopo 4 giorni, il suo piccolo ha solo 8 mesi. Secondo la legge del Paese bisogna avere una quantità di denaro minima in rapporto alla lunghezza della visita

foto Ansa

Una turista serba con suo figlio di otto mesi e’ stata portata in un centro di detenzione per immigrati al suo arrivo in Belgio, dove era atterrata con l’intento di fare visita per alcuni giorni a suo fratello nei vicini Paesi Bassi. La sua unica colpa e’ stata quella di non avere con se denaro sufficiente e per questo ha dovuto passare diversi giorni in stato di fermo prima di essere espulsa dal Paese. Come racconta il quotidiano belga le Soir ai controlli di frontiera si è scoperto che la giovane donna non soddisfaceva una delle condizioni di ingresso nel Paese: quella di avere abbastanza soldi. La legge fissa questo importo a 45 euro al giorno quando si visita la famiglia o gli amici ma la donna ne aveva solo 300 euro, 20 euro al giorno per sé e il suo bambino calcolando rispetto alla lunghezza prevista del viaggio.

Gestione dura dell'immigrazione

"Abbiamo solo seguito la legge. Avrebbe dovuto preparare meglio il suo viaggio", ha dichiarato il portavoce dell’ufficio per gli stranieri Geert De Vulder. La gestione dell’immigrazione in Belgio e’ diventata molto più restrittiva e i controlli più fiscali da quando al governo ci sono i fiamminghi della NvA, una sorta di equivalente belga della Lega. Il fatto e’ avvenuto lo scorso 16 settembre. La donna e’ stata portata prima nel centro 127bis di Steenokkerzeel per poi essere trasferita il giorno dopo in un centro aperto dove ha potuto ricevere una visita da suo fratello. Solo 4 giorni dopo le e’ stato restituito il passaporto e permesso di tornare a casa prendendo un volo sul quale e’ stata scortata dalla polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Svizzera nuova Svezia? Senza lockdown ha dimezzato i contagi, ma è stato boom di morti

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

  • "Tornerò in Russia per portarla verso l’Ue". Navalny lancia la sfida a Putin

Torna su
EuropaToday è in caricamento