rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
La decisione / Ungheria

Anche Orban acconsente al passaggio di truppe e armamenti Nato in Ungheria

Il premier magiaro ha firmato un decreto che permette lo stazionamento e il transito di soldati e anche attrezzature militari, ma solo se non devono essere mandate direttamente in Ucraina

Le truppe Nato potranno transitare e posizionarsi in Ungheria, e anche le armi pesanti dell'Alleanza atlantica potranno farlo, a patto solo che non siano però dal Paese fatte poi entrare direttamente in Ucraina. Lo ha stabilito un decreto firmato dal premier, Viktor Orbán, che sta cercando di trovare un difficile compromesso tra la sua fedeltà alla Nato e all'Unione europea da una parte, e quella alla Russia di Vladimir Putin, con cui ha da sempre avuto ottimi rapporti economici e diplomatici, dall'altra.

Il documento consente di far stazionare la Response Force, la forza di risposta rapida dell'Alleanza Atlantica, a ovest del fiume Danubio e di utilizzare lo spazio aereo ungherese per il transito. Ma qualsiasi personale o equipaggiamento potrà transitare attraverso o sopra la nazione solo per dirigersi prima verso un altro Paese della Nato, e solo allora per attraversare eventualmente il confine verso l'Ucraina. Questa decisione è in linea con gli sforzi di Orban per attenersi alla politica dell'Alleanza ma allo stesso tempo "tenere l'Ungheria fuori dalla guerra".

Il mese scorso, il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto ha affermato che consentire il transito di armi in Ucraina metterebbe a repentaglio "la sicurezza dell'Ungheria e della comunità ungherese in Transcarpazia", riferendosi a una regione dell'Ucraina occidentale, che potrebbe rischiare di "diventare obiettivo di un'azione militare ostile". Budapest, che negli ultimi 10 anni ha allacciato stretti rapporti con Mosca, ha condannato l'invasione russa e ha accettato le sanzioni dell'Unione europea alla Federazione. Il Paese, per la prima volta, ha anche aperto i suoi confini ai rifugiati, anche se solo a quelli ucraini, e non a eventuali extracomunitari che pure sono in fuga dalla nazione dilaniata dalla guerra. Finora, più di 180mila persone sono fuggite dall'Ucraina in Ungheria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Orban acconsente al passaggio di truppe e armamenti Nato in Ungheria

Today è in caricamento